domenica 26 agosto 2012

Non rimpiango l'aver abbandonato la mia usuale posizione di tre-quarti divano centro per aver assunto quella di tribuna estremo (sedevamo dietro i pali)  e di essere venuto ad Auckland a vedere la partita, ma non posso certo dirmi impressionato dallo spettacolo messo in mostra dai numero uno e numero due al mondo.
Dopo un piazzato sbagliato da Carter nei primi minuti sono susseguite azioni sterili da entrambe le parti per 25 minuti, con i wallabies incapaci di correre che ricorrevano a calcetti tattici inutili e facili preda degli all blacks; quest'ultimi imprecisi e con le mani di pastafrolla. Al 25' Genia non ha resistito all'istinto di schiaffeggiare un pallone in ruck e l'impeccable Nigel Owen l'ha manadato a riflettere per 10' su come ci si deve controllare. Dan Carter ha realizzato il calcio, 3-0.
In superiorita' numerica i neozelandesi non hanno inciso e hanno segnato solo altri due piazzati per fissare il risultato di uno dei piu' brutti primi tempi in un incontro internazionale che non ha visto impegnata l'Inghilterra della storia.
Secondo tempo iniziato come si era concluso il primo, Australia imbarazzante, senza idee e con Barnes e Cooper sperduti, Digby Ioae mai servito e il subentrato Kurtley Beale apparso troppo timoroso. Nuova Zelanda non irresistibile, Sonny Bill Williams a rendersi pericoloso, ma correndo piu' in laterale che in verticale; Richie McCaw spesso oltre la linea e irritato quando veniva punito dall'arbitro, soffre decisamente del complesso di lesa maesta', ma uno come Nigel Owen non si fa certo condizionare.
Un altro calcio di Dan Carter porta il risultato sul 12 - 0. Prima che Israel Dagg porti i padroni di casa in meta andando a schiacciare quasi sotto i pali dopo una serie di fasi all blacks. Carter trasforma, 19 - 0. E la partita praticamente gia' finita, finisce del tutto.
I wallabies provano a mettere punti sul tabellone, per ben due volte rinunciano a un facile calcio per provare a sfondare, ma non passano.
Il risultato si potrebbe fare acor piu' imbarazzante per gli ospiti se gli all blacks fossero capaci di trattenere il pallone oltre la linea di meta.
Finisce 22 - 0, Bledisloe cup per l'ennesima volta in mano kiwi, finisce forse l'vventura di Robbie Deans alla guida dei wallabies, McKenzie gia' pronto a subentrargli?
Scrito da Diego Ghirardi Il 8/26/2012 08:07:00 AM 2 commenti

2 commenti:

  1. Ho visto gli highlights, non ho potuto seguire la partita in diretta per motivi di fuso orario (dal Brasile è dura). Concordo pienamente sulla pochezza del primo tempo e altrettanto sulla pochezza di gioco spesso espressa dagli inglesi, anche se alcune volte anche loro mi han fatto divertire. Che botta per i Wallabies! Spero si riprendano dalla prossima partita. Non sono la squadra vista oggi!

    RispondiElimina
  2. per quanto riguarda il fuso orario... ti capisco benissimo... ultimamente sono stato fortunato, ma non ti dico le levataccie fatte dall'Australia per i test autunnali o il 6 nazioni!

    RispondiElimina

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog