mercoledì 29 agosto 2012


Con un doppio incontro a Twickenham tra quattro formazioni londinesi, tra cui i campioni in carica degli Harlequins, si apre la stagione di Premiership inglese 2012/2013.

Una breve presentazione delle squadre partecipanti:

Bath Rugby:
In cerca dei fasti degli anni '80/'90 quando Bath dominava il campionato (4 vittorie consecutive dal 1990 al 1994), il trofeo Anglo-Gallese (dieci titoli nei dodici anni dal 1984 al 1996) e la vittoria in Heiniken Cup nel 1997/'98. La dirigenza del Bath ha messo su un'ottima squadra di allenatori, attorno al sudafricano Gary Gold ed eccezionali impianti sportivi a Farleigh House. Questi dovrebbe servire come punti cardinali attorno ai quali costruire una squadra per il futuro, ma per la stagione avvenire, non ci si aspetta un miglioramento sostanziale dell'ottavo posto conquistato l'anno scorso.
Exeter Chiefs:
Affermatasi come squadra in grado di competere per i play off provenendo dalla premiership, Exeter dovrebbe ripeter il campionato della scorsa stagione (quinta a fine anno). Tra gli arrivi da segnalare la seconda linea dei New South Wales Warrathas ed ex Wallabie Dean Mumm.
Gloucester Rugby:
La giovane formazione del Glouchester può essere una sorpresa del campionato, se Nigel Davies sarà in grado di trovare l'amalgama giusta, potranno decisamente migliorare il nono posto della scorsa stagione. 
Harlequins:
I campioni in carica non hanno operato movimenti importanti sul mercato, potrebbe questa essere la mossa giusta per confermarsi in vetta? Leicester permettendo.
Leicester Tigers:
La squadra del pilone della nazionale italiana Martin Castrogiovanni ha partecipato a tutte le ultime otto finali di campionato, uscendo vincitrice tre volte. Questo fantastico record si accompagna alle sei vittorie in stagione regolare in 12 anni di Premiership ed alle due Heiniken Cup consecutive conquistate nel 2001 e nel 2002. Anche quest'anno Leicester sarà la squadra da battere e, sulla carta, può solo perdere questo campionato.
London Irish:
Durante la pausa estiva i London Irish hanno lavorato per porre rimedio ai problemi disciplinari incontrati negli anni passati, dubito questo basterà a rimettere in riga gli "irlandesi", non nutro molte speranze sulla stagione dei due volte finalisti (di cui una vincitori) nel 2008-'09 e 2009-'10.
London Wasps:
Le vespe hanno disperatamente bisogno di ritrovare se stesse. Una stagione con poche gioie per i loro tifosi, la lotta per evitare l'ultimo posto le vedrà protagoniste.
London Welsh:
I gallesi hanno combattuto con onore sia in Championship per ottenere la promozione, sia nelle stanze del potere per sovvertire una decisione che gli avrebbe esclusi perché non in possesso di uno stadio proprio dove giocare gli incontri della Premiership. Decisamente la cenerentola del campionato sulla carta, dovranno lottare molto per rimanere nella serie conquistata a fatica. Ma un buon segnale per il rugby inglese, la politica delle porte chiuse non aiuta nessuno.
Northampton Saints:
Finita l'era Ashton i Saints dovranno ricompattarsi e superare i dissidi avuti dentro e fuori dal campo nella stagione passata. L'ala samoana Kevin Pisi potrà essere l'arma in più per una squadra in grado di ripetere il quarto posto dell'anno scorso.
Sale Sharks:
Con l'arrivo della monumentale seconda linea scozzese Richie Gray e del fantasioso, quanto ingestibile, Danny Cipriani, Sale ha chiaramente voluto alzare il proprio livello. Se Danny saprà mantenere la disciplina fuori dal campo, cosa che non gli riesce spesso, allora gli squali saranno in grado di mordere, altrimenti l'apertura gallese Nick Macleod dovrà fare gli straordinari. Temibili.
Saracens:
In casa Saracens è arrivato Chris Ashton, una mossa che potrebbe risultare decisiva per portarli in vetta, o risultare un boomerang se l'irritante ala inglese non riuscirà ad equiparare la propria boria con la classe. Tra le fila dei Saracens i due piloni italiani Romano e Nieto.
Worcester Warriors:
Una squadra senza grossi nomi che dovrà più guardarsi alle spalle che sognare per di scalare la classifica, non penso faranno molto meglio del decimo posto raggiunto la scorsa stagione, da tenere d'occhio l'ala scozzese Nikki Walker, quasi due metri di potenza fresco del titolo di campione ottenuto con gli Ospreys in  Celtic League.


London Double Header 1 Settembre 2012
14.00     London Wasps  -              Harlequins          (Twickenham)
16.30     Saracens              -              London Irish       (Twickenham)
Gli altri incontri:
15.00     Exeter Chiefs     -              Sale Sharks         (Sandy Park)
15.00     Gloucester Rugby            -              Northampton Saints       (Kingsholm)
15.00     Worcester Warriors        -              Bath Rugby         (Sixways) 
2 Settembre 2012
14.00     London Welsh   -              Leicester Tigers (Kassam Stadium)
Scrito da Diego Ghirardi Il 8/29/2012 09:29:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog