giovedì 30 agosto 2012


Venerdì 31 parte la dodicesima stagione della Celtic League, la terza dall'introduzione di due squadre italiane, la prima delle Zebre.

Benetton Treviso:
La "legione straniera" (di nascita, non di nazionalità rugbistica) ha la potenzialità di fare meglio dell'anno scorso. Monigo può diventare il punto di forza dei Leoni e la prova più difficile sarà proprio alla prima gara, quando riceveranno i campioni in carica, i gallesi dell'Osprey. Se Treviso saprà ripetere l'exploit della stagione passata nella prima metà del campionato e mantenerne il livello nella seconda parte, dovrebbe migliorare il decimo posto ottenuto l'anno scorso, le potenzialità ci sono tutte, ora bisogna dimostrare sul campo.
Cardiff Blues:
Il nuovo allenatore Phil Davies ha il compito di riportare i Blues ai play off e soprattutto ai fasti a livello internazionale degli anni passati, giocatori di qualità come  Sam Warburton e Leigh Halfpenny sono un ottimo punto di partenza, ma dovrebbe andare tutto per il verso giusto perchè questo sia l'anno buono. Comunque candidati ai play off.
Connacht Rugby:
La provincia del nord ovest non ha mai inciso in Celtic Cup, e anche quest'anno dovrebbe rimanere nei bassi fondi della classifica.
Edinburgh Rugby:
Obiettivo numero uno migliorare la posizione della stagione scorsa in Celtic e far vedere lo stesso gioco tosto che gli ha permesso di eliminare niente meno che lo Stade Toulousain ai quarti di finale di Heineken Cup.
Glasgow Warriors:
La sorpresa della scorsa stagione, quarti, i Warriors hanno perso la seconda linea Richie Gray passato in Premiership ai Sale Sharks, i fratelli Lamont avranno vita dura a ripetere la stagione passata.
Leinster Rugby:
La spina dorsale della nazionale verde smeraldo ha mancato l'anno scorso per un punto di aggiudicarsi una storica doppietta, Heineken Cup - Celtic League. La sconfitta in finale contro gli Ospreys brucia ancora al sempiterno O'Driscoll e compagni, aspettiamoceli di nuovo in vetta.
Munster Rugby:
L'arrivo più eccitante per il Munster è il nuovo allenatore, Rob Penney. Proveniente dalla capitale del rugby neozelandese, Penney ha guidato Canterbury a quattro titoli consecutivi e nel "tempo libero" ha portato in finale l'under 20 all black all'ultimo campionato giovanile. Munster sogna di vedere lo stesso rugby spregiudicato ed offensivo dei rossoneri neozelandesi, cosa che gioverebbe a tutti i tifosi di rugby. Ai Playoff.
Newport Gwent Dragons:
Decisamente in fase di ricostruzione dopo le numerose partenze, i dragoni dovranno soffrire questa stagione, da tenere d'occhio qualche giovane interessante, soprattutto Tom Prydie, detentore di diversi record (più giovane esordiente in Heiniken Cup, in nazionale gallese ed marcatore di una meta in nazionale).
Ospreys:
I campioni in carica hanno perso diversi giocatori d'esperienza, su tutti il talismano Shane Williams che ha deciso di godere di un pre-pensionamento a base di Yen in Giappone. Il coach Steve Tandy punta alla doppietta, ma per ottenerla dovrà estrarre il massimo dalla poule di talenti giovani degli Ospreys. Ai playoff.
Scarlets:
Cambio di allenatore anche per gli Scarlets, perso l'ottimo Nigel Davies passato al Glouchester, a guidare gli Scarlets sarà l'irlandese Simon Easterby, in carica della difesa sotto la guida di Davies. Rhys Priestland e Jonathan Davies saranno i giocatori chiave per l'attacco degli Scarlets.
Ulster Rugby:
Anche i finalisti dell'ultima Heiniken Cup hanno, come Munster, un nuovo allenatore proveniente dalla Nuova Zelanda, l'ex-coach di Auckland, Mark Anscombe. Il quale fin ora non ha ancora trovato il bandolo della matassa negli incontri di preparazione. Migliorare il sesto posto in Celtic pare alla portata, ma ripetere la cavalcata europea dell'anno scorso sarà difficile.
Zebre:
L'incognita del campionato. Obiettivo numero uno dimenticare le polemiche che hanno visto la nascita di questa squadra, poi compattare i giovani dell'accademia rugbistica italiana attorno a giocatori di grande qualità ed esperienza, quali Perugini, Tebaldi, Pratichetti, Venditti e Mauro Bergamasco. Non si può che far altro che augurare alle Zebre di far bene, realisticamente, staccarsi dall'ultimo posto sarà già un successo.

La prima giornata:

31 Agosto
19:00 Dragons - Zebre (Newport, Rodney Parade)
19:05 Ulster - Warriors (Belfast, Ravenhill Stadium)
20:05 Treviso - Ospreys (Treviso, Stadio di Monigo)
1 Settembre
17:00 Connacht - Blues (Galway, Sportsground)
18:30 Scarlets - Leinster (Llanelli, Parc y Scarlets)
20:00 Edinburgh - Munster (Edimburgo, Murrayfield)
Scrito da Diego Ghirardi Il 8/30/2012 01:39:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog