domenica 19 agosto 2012

Iniziata l'avventura dei Pumas nel Rugby Championship a Città del Capo contro gli Springbok.

Sud Africa subito a punti al terzo minuto con una punizione, fuori gioco dei Pumas, calciata da Morné Steyn. Nell'occasione infortunio al ginocchio per Bismark Du Plessis che lascia il campo per il tallonatore delle Cheetas, Strauss). I Pumas non si scoraggiano, ma non riescono a bucare nella difesa degli Springbok, dopo 13 fasi senza avanzare ricorrono a un calcio a seguire, sugli sviluppi ottengono un calcio di punizione che trasformano grazie al ritrovato capitano Juan Martin Hernandez. Primi punti per l'Argentina nel Rugby Championship. Una nota negativa l'orribile maglia preparata dallo sponsor tecnico Nike per questo storico incontro, i Pumas avrebbero meritato di meglio.

Al 16' prima meta dell'incontro: Zane Kirchner porta la palla in meta dopo una mischia accordata per un errore di Amorosino, gli argentini entrano in mischia prima della chiamata dell'arbitro (4 comandi classici nel Championship), calcio libero battuto velocemente e palla all'estremo springbok che segna. Converte il solito preciso Steyn.
Al 27' seconda meta per i padroni di casa: questa volta è il giovane Shark Coetzee a segnare la sua prima meta in maglia verde-oro. Tra le due mete un altro calcio di Steyn porta altri tre punti per gli Springbok.
Prima del termine della prima frazione Hernandez mette a segno un altro calcio piazzato per fuorigioco di Strauss che fissa il risultato del primo tempo sul 20 - 6.

Ripresa aperta all'insegna della pressione dei Pumas e dei calci piazzati mancati nei primi 6 minuti, prima da Agulla, poi due volte da Hernandez. Col senno del poi l'Argentina si sarebbe potuta portare a un punto di distanza dai padroni di casa.
Ripresisi dallo shock iniziale, gli Springbok si sono rifatti sotto e hanno imposto la loro classe, meta di Habana al 56' minuto, che raccoglie in area di meta un calcio di Morné Steyn, che trasforma anche la conversione, per il 27 a 6.
Il Sud Africa ha cercato invano fino all'ultimo di segnare la quarta meta che avrebbe garantito loro un preziosissimo bonus.


Nonostante la sconfitta i Pumas hanno dimostrato in questa prima apparizione nel Rugby Championship di essere all'altezza di giocare un torneo contro le prime tre nazionali al mondo.

Scrito da Diego Ghirardi Il 8/19/2012 11:26:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog