martedì 28 agosto 2012

A Bordeaux si incontrano due squadre a zero punti che non hanno demeritato nella prima giornata. Padroni di casa immediatamente in vantaggio con Camille Lopez che trasforma un piazzato concesso per fuori gioco sul calcio d'inizio, gli ospiti pareggiano al terzo minuto sugli sviluppi della ripresa del gioco con Hook. La palla sembra essere molto scivolosa e gli errori con la palla in mano si susseguono. Al 15' ospiti capitalizzano su una buona serie di fasi offensive con un altro piazzato dell'apertura gallese. Pareggia l'UBB alla ripresa del gioco dopo una serie di azioni fallose degli ospiti. Al 27' i padroni di casa decidono di calciare una punizione davanti ai pali a pochi metri dalla linea di meta, vantaggio 9 - 6, ma rimane aperta la domanda sul perché

non abbiano osato di più. La serie di errori e di falli in mischia si fa imbarazzante per entrambe le squadre, sembra che i giocatori non abbiano assimilato appieno la nuova regola con le tre chiamate. Monsieur Cardona concede tre punizioni per falli in mischia, due per i padroni di casa una per gli ospiti, tutte realizzate dai due mediani d'apertura. Al 33' alla quarta punizione in mischia nel giro di meno di 10 minuti, l'arbitro perde la pazienza, e a farne le spese è il pilone di casa Forbes, Hook trasforma il piazzato 15 - 12 al 39'. Prima della fine della prima metà di gioco, l'UBB resta in 13, ennesimo fallo, ed è l'altro pilone titolare, Albert Toetu ad andare a riflettere per 10 minuti. Hook trasforma la punizione susseguente e le squadre vanno all'intervallo sul 15 pari. Ibanez si fa sentire con i suoi negli spogliatoi e nonostante la doppia inferiorità numerica il Bordeaux Begles si presenta compatto alla ripresa, resiste fino al rientro dei suoi giocatori puniti dall'arbitro senza subire punti e si portano in vantaggio al 14' con il centro tongano Andrew Ma'ilei, bravo a sfruttare un buco in difesa tra Hook e Mas. Lopez non converte, 20 - 15. Altri due piazzati di Lopez portano i padroni di casa in vantaggio di 11 punti. Il Perpignan ottiene una meta tecnica al 30' da un Cardona sempre più spazientito. Hook trasforma facile da sotto i pali, 26 -22.

Finale di gara segnato da altri due cartellini gialli, al 37' è il subentrato pilone romeno Floréa ad andare negli spogliatoi prima del tempo, lo segue subito dopo Kisi Pulu.

Squadre che terminano in 14, ma non vengono segnati punti: partita dura e caratterizzata dagli errori, dalle penalità in mischia e dai cartellini gialli, ben cinque. Alla fine esce vincitore l'UBB sia per merito proprio che per demerito degli ospite del'USAP, che non sono stati di capitalizzare il lungo tratto di superiorità numerica.
Scrito da Diego Ghirardi Il 8/28/2012 09:12:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog