sabato 1 settembre 2012

Serata bagnata a Grenoble, capitan Parisse in campo per i parigini.

Al primo minuto due spinte in tocche danno l'opportunità a Jerome Porical di portare lo Stade Français in avanti, ma il suo calcio esce alla destra dei pali, complice forse la palla bagnata.

Seguono dieci minuti di gioco combattuto ma senza azioni degne di nota: le squadre si affrontano a viso aperto, ma spesso sono le condizioni atmosferiche ad avere la meglio. Punito ancora Grenoble per far collassare una moule dello Stade Français, questa volta Porical prende le misure al vento ed alla pioggia e trasforma il piazzato per i primi tre punti dalla gara. I parigini si fanno trovare in fuori gioco su un in avanti involontario e danno la possibilità al Grenoble di pareggiare: Valentin Courrent trasforma da posizione centrale.

Il pareggio da coraggio ai padroni di casa che si fanno più pericolosi, soprattutto con un paio di ottimi calci tattici che mettono in difficoltà i parigini. Una lunga serie di fasi frutta una nuova punizione per il Grenoble che ancora il mediano di mischia Courrent trasforma per il 6 - 3 al 24' di gioco. Ancora un bel uppenunder del mediano d'apertura neozelandese Blaire Stewart mette in difficoltà Porical in ricezione, ne scaturisce un mischia per in avanti involontario, Grenoble conquista la palla ed inizia una serie di pick'n go con i propri avanti che fruttano quella che potrebbe essere la prima meta della partita, ma l'arbitro alla moviola vede un in avanti della terza linea Johnatan Best, mischia ai cinque metri per lo Stade Français. I rossoblù di casa continuano a premere e costringono nuovamente i parigini a ricorrere a mezzi irregolari per fermarli, ancora Courrent preciso al piede, 9 - 3 al 33'. Il capitano dello Stade Sergio Parisse probabilmente approfitta della pausa sotto i pali in attesa del calcio per istruire i suoi a copiare la tattica dei calci del Grenoble per mettere in difficoltà ricevitori, visto che alla ripresa i parigini ricorrono a calci simili a quanto fatto da Stewart. Tattica che frutta subito una punizione che Porical trasforma per il 9 - 6. Allo scadere Porical da 45 metri ha la possibilità per ottenere il pareggio ma questa volta il suo calcio esce alla sinistra dei pali e il risultato non cambia.

Si conclude un primo tempo ben combattuto dove il Grenoble ha avuto la meglio delle condizioni ambientali, ma non ha avuto la capacità di trasformare il dominio in punti.

Alla ripresa del gioco lo Stade Français continua con la tattica dei calci e grazie ad un'ottima presa dell'argentino Felipe Contempomi e la susseguente punizione, Porical ha la palla per il pareggio e questa volta non sbaglia il piazzato, 9 pari al 2' minuto del secondo tempo.

Con un'ottima azione partita dai 40 metri dei propri centri sugli sviluppi di un'altro calcio non controllato dai giocatori dello Stade, il Grenoble segna la prima meta dell'incontro con Jahouher trasforma Courrent per il 16 - 9 al 5'.

Continua la serie di calci e di errori in ricezione o con la palla in mano da entrambe le parti, ma è lo Stade a premere maggiormente e ad approfittarne e Porical che trasforma un piazzato al 10' per riportare sotto gli ospiti.

La mischia del Grenoble conquista due punizioni successive e sulla seconda e Valentin Courrent a calciare preciso tra i pali e rimettere 7 punti tra le due squadre.

Entrambe le squadre cambiano i propri mediani d'apertura, Stewart lascia il posto a Pélissié e Contepomi a Warwick, ma la tattica vincente non cambia: calci per mettere in difficoltà i ricevitori avversari che commettono diversi errori.

Seconda meta per i padroni di casa l'ala Lucas Dupont si invola e grazie a due calcetti a seguire arriva fino in area di meta dove riesce a schiacciare prima dei difensori ospiti. Courrent trasforma e i punti di vantaggio per il Grenoble sono 14, 26 - 12.

Negli ultimi cinque minuti reazione dello Stade che corre con la palla diverse volte e combatte con tutte le proprie forze per conquistare un bonus difensivo. A tempo scaduto, palla portata oltre la linea di meta da una ruck dello Stade, ma l'arbitro addetto alla moviola non vede chiaramente la palla toccare terra, si riprende con una punizione per i parigini. Ovviamente gli ospiti la giocano alla mano tentando di bucare la difesa del Grenoble, che resiste graniticamente e riesce a negare anche il bonus difensivo agli ospiti.

Rivincita compiuta per Fabrice Landreau, allenatore dei rossoblù del Grenoble, licenziato dallo Stade nel 2009 dopo una carriera a Parigi. Poco gioco dimostrato dai parigini, le condizioni ambientali decisamente non ottimali non possono essere una scusa, una squadra della classe dello Stade Français dovrebbe fare di più. Il neopromosso Grenoble ha approfittato al massimo della serata no degli ospiti e ha dimostrato che anche in Top14, così come fu l'anno scorso in D2, renderà vita difficile agli avversari sul proprio campo di casa.
Scrito da Diego Ghirardi Il 9/01/2012 10:10:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog