sabato 13 ottobre 2012


Nel suo ultimo libro “The Open Side” (il lato aperto) il campione neozelandese se la prende un po’ con tutti, con Quade Cooper, con Robbie Deans, con Wayne Barnes, insomma un po’ contro tutti coloro che hanno in qualche modo negativamente influenzato la sua stratosferica carriera.
La faida tra all blacks e wallabies è destinata a non aver mai fine. McCaw ha giustamente criticato nel suo libro Quade Cooper – nato in Nuova Zelanda e ora apertura australiano -  per la ginocchiata in testa nella finale del Tri Nations dell’Agosto 2011. L’episodio quasi costò a Cooper una squalifica per i mondiali e suscitò molte critiche tra i commentatori di entrambe le nazioni.
Nel suo libro McCaw si dice dispiaciuto di essere sceso sul personale con Cooper durante la partita, ma afferma anche che giocatori come Cooper prima o poi vengono ripagati con la loro stessa moneta.
McCaw e Cooper si scambiano cortesie dopo la ginocchiata di Brisbane - Getty  Images

In riguardo a Robbie Deans, McCaw rivela che dopo l’uscita prematura dai mondiali 2007 si adoperò presso la federazione kiwi, la NZRFU, affinché la triade di allenatori Graham Henry, Steve Hansen e Wayne Smith venisse riconfermata alla guida della nazionale e non venisse dato l’incarico al suo allenatore ai Crusaders Robbie Deans, che molti volevano alla guida della nazionale. McCaw adduce  come motivazione il fatto che Deans non sia disposto a discutere con i suoi assistenti le proprie idee e voglia sempre forzare il proprio modo di vedere le cose.
L’ultimo bersaglio di McCaw è l’arbitro inglese Wayne Barnes, che dirise il quarto di finale tra Nuova Zelanda e Francia ai mondiali del 2007; partita dalla quale gli all blacks uscirono clamorosamente sconfitti. Il capitano degli all blacks lamenta come Barnes fosse uno degli arbitri meno esperti del torneo e come alcune sue decisioni abbiano provocato l’uscita di scena della nazionale kiwi.
Pur non entrando nel merito delle singole polemiche, mi pare che una franca descrizione sia un buon segno in un mondo sportivo normalmente all’insegna delle non dichiarazioni e delle frasi fatte. McCaw è un personaggio talmente grande nel mondo del rugby da potersi permettere qualche nemico in più, del fatto che soffra del complesso di lesa maestà, ce ne siamo già fatti una ragione.
Scrito da Diego Ghirardi Il 10/13/2012 06:25:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog