domenica 23 dicembre 2012

Con le due gare di sabato si è conclusa la prima edizione del Rugby Championship (TRC), competizione allargata all'Argentina basata sul TriNations.
Partiamo subito quest'analisi con la conclusione: il TRC è stato un successo.
Ora veniamo alle riflessioni sul torneo, andando in ordine di importanza:

  1. L'Argentina: i pumas hanno chiaramente dimostrato di essere all'altezza di giocare in un torneo contro le prime tre nazioni al mondo. Fin dall'esordio a Città del Capo hanno fatto vedere una squadra solita e matura. Il pareggio contro il Sud Africa e i due bonus point difensivi testimoniano il buon risulato dei pumas. Il pubblico argentino ha accolto le gare casalinghe in gran numero e con calore, peccato per l'uso dei laser contro i calciatori avversari, speriamo di non rivedere più quest'oscenità.
  2. La Nuova Zelanda: gli all blacks hanno dominato il torneo, freddi, cinici, clinicamente precisi. Trovarli un punto debole o un lato negativo è difficile, quasi impossibile.
  3. L'Australia: a vedere la classifica finale, non sembrerebbe il torneo sia andato così male, ma le lacerazioni interne (Cooper contro la federazione), i dubbi sulle tattiche di gioco, le pesanti sconfitte contro gli all blacks e gli infortuni hanno fatto di questo torneo un calvario per i wallabies.
  4. Il Sud Africa: gli springboks si sono meritatamente ripresi il secondo posto in classifica IRB, hanno fatto vedere una squadra ringiovanita che fan ben sperare per il futuro prossimo venturo.
  5. L'organizzazione: bisogna dare merito alla SANZAR di aver fatto un mezzo miracolo nel mettere assieme un calendario a cavallo di fusi orari e distanze impossibili. Senza contare il fatto che il calendario mondiale è già stracolmo di appuntamenti.
  6. I migliori: Bryan Habana si è aggiudicato il titolo di miglior realizzatore con ben sette mete e Dan Carter, nonostante aver mancato due gare, quello per il maggior numero di punti.

La sfida ora è quella di mantenere le aspettative l'anno prossimo e continuare a veder crescere l'Argentina ora che è sulla scena mondiale ogni anno e non solo ogni quattro come è stato fin ora.

Classifica finale:

Squadra Punti V N P
1 Nuova Zelanda 26 6 0 0
2 Australia 12 3 0 3
3 Sud Africa 12 2 1 3
4 Argentina 4 0 1 5
Scrito da Diego Ghirardi Il 12/23/2012 05:41:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog