venerdì 23 novembre 2012

Dopo le vittorie contro Irlanda e Scozia il Sud Africa si presenta nei migliori dei modi possibili a Twickenham. L'Inghilterra dopo la sbornia contro le isole Figi, mentre i giornalisti dei tabloid ancora esprimevano roboanti pronostici su un futuro luminoso, è stata riportata sulla terra da una piccola Australia martoriata dagli infortuni. Nonostante lo shock acustico-visivo della combinazione inni-magliette porpora i wallabies hanno messo sotto gli inglesi in maniera evidente e fornito così indicazioni agli springbok su come fare lo stesso.
Dotati di una forza fisica schiacciante i sudafricani andranno all'attacco frontale degli inglesi, cercando con loro pacchetto avanzato di mettere in difficoltà gli avanti di Stuart Lancaster, il quale di fronte all'arrivo del temibile avversario ha deciso di effettuare ben sei cambi, in una mossa che, se i suoi uomini non vinceranno consegnerà Lancaster al pasto dei critici.
Uno dei cambi più importanti e meno spiegabili è nel ruolo di mediano di mischia, dove Ben Youngs è stato preferito a Danny Care. Tutti i reparti hanno subito qualche cambio, in prima linea torna dopo l'infortunio il pilone Alex Corbusiero, fare meglio di John Marler non sarà così difficile. La seocnda linea del London Wasp Joe Launchbury farà il suo esordio e si troverà di fronte un altro ventunenne, l'impressionante Eben Etzebeth, uno dei migliori giocatori in circolazione nel suo ruolo, auguri. Tom Wood riconquista un posto da titolare in terza linea assieme a lui torna anche Ben Morgan, una scelta quest'ultima che lascia un po' perplessi date le sue scarse doti di placcatore. Nel reparto arretrato l'estermo degli Harlequins Mike Brown è stato scelto come ala sinistra.

L'allenatore degli springbok Heyneke Meyer si è detto preoccupato per la gara di Twickenham, i suoi giocatori sono reduci da 11 test quest'anno e non ha effettuato cambi tra i quindici titolari rispetto alla partita estremamente fisica giocata e dominata a larghi tratti contro la Scozia.

Arbitrerà il gallese Nigel Owens, aspettiamoci qualche cartellino giallo e qualche ramanzina dal dottore.
Spesso quando una squadra entra in campo con le spalle al muro è in grado di tirare fuori delle belle prestazioni, e all'Inghilterra potrebbe riuscire lo stesso effetto che ha subito la settimana scorsa contro i wallabies, una sconfitta in attesa dell'ultimo test contro la Nuova Zelanda sarebbe decisamente pessima per il morale e farebbe perdere ogni speranza di riagguantare il quarto posto in classifica IRB a discapito della Francia, una vittoria inglese con conseguente sconfitta della Francia darebbe alle due rivali esattamente lo stesso numero di punti, dando all'Inghilterra la, remota, possibilità di aggiudicarsi il quarto posto battendo anche la Nuova Zelanda il primo di dicembre. Ma qui si entra nel fanta-rugby.
Il pronostico è anche in questo caso confermato rispetto ai miei pronostici dell'inizio. Vittoria agli springbok, di dieci punti.

Le formazioni

Inghilterra:

15 Alex Goode
14 Chris Ashton
13 Manu Tuilagi
12 Brad Barritt
11 Mike Brown
10 Toby Flood
9 Ben Youngs
8 Ben Morgan
7 Chris Robshaw (c)
6 Tom Wood
5 Geoff Parling
4 Joe Launchbury
3 Dan Cole
2 Tom Youngs
1 Alex Corbisiero

Riserve: 16 David Paice, 17 Dave Wilson, 18 Mako Vunipola, 19 Mouritz Botha, 20 James Haskell, 21 Danny Care, 22 Owen Farrell, 23 Jonathan Joseph

Sud Africa:

15 Zane Kirchner
14 JP Pietersen
13 Juan de Jongh
12 Jean de Villiers (c)
11 Francois Hougaard
10 Pat Lambie
9 Ruan Pienaar
8 Duane Vermeulen
7 Willem Alberts
6 Francois Louw
5 Juandré Kruger
4 Eben Etzebeth
3 Jannie du Plessis
2 Adriaan Strauss
1 Gurthrö Steenkamp

Riserve: 16 Schalk Brits, 17 Heinke van der Merwe, 18 Pat Cilliers, 19 Flip van der Merwe, 20 Marcell Coetzee, 21 Elton Jantjies, 22 Jaco Taute, 23 Lwazi Mvovo
Scrito da Diego Ghirardi Il 11/23/2012 02:31:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog