venerdì 23 novembre 2012

Dopo la prova positiva, nonostante il calo fisico e mentale del finale, costato carissimo in chiave punteggio finale, l'Italia si presenta alla partite del Franchi con buone prospettive di far bene contro l'Australia. Far bene, sì, ma non facciamoci illusioni, l'Australia, nonostante le assenze e la travagliata gestione Deans è una squadra cinica e molto forte, contro la quale l'Italia non ha mai vinto. La consapevolezza di poter guardere negli occhi ogni avversario maturata con i primi 60 minuti dell'incontro dell'Olimpico metterà gli azzurri nella posizione mentale di affrontare anche i wallabies a viso aperto, e forse avrà la possibilità di avvicinarsi all'impresa come avvenne a Padova nel 2008, dove una meta dell'allora esordiente Cooper consegnò la vittoria all'Australia andando in meta dopo che Orquera sbagliò un piazzato al 67'.
Robbie Deans ha operato una serie di cambi rispetto alla formazione che è uscita vittoriosa da Twickenham, alla domanda se questo per via del minor pericolo rappresentato dall'Italia, Deans ha risposto che: "È proprio il contrario, se guardate chi è subentrato si tratta di tutti giocatori d'esperienza''.
''Drew [Mitchell] è una delle ali con maggior esperienza nella storia del rugby australiano, Stephen Moore è il nostro tallonatore con più presenze, mentre Scott [Higginbotham] era il titolare prima della squalifica".
L'altro cambio effettuato dall'allenatore dei wallabies è Brett Sheehan che prende il posto di Nick Phipps con la maglia numero nove.
Italia - Australia a North Harbour durante la coppa del Mondo 2011 - foto 22metri

Per l'Italia l'omino bialetti ridà fiducia a Robert Barbieri, preferito in terza linea a Simone Favaro e in seconda linea Quintin Geldenhuys prende il posto di Antonio Pavanello. Per il resto niente cambi rispetto ai quindici dell'Olimpico.

Il pronostico è per l'Australia, di 10 punti.

Le formazioni:

Italia:

15 Andrea Masi
14 Giovambattista Venditti
13 Tommaso Benvenuti
12 Alberto Sgarbi
11 Mirco Bergamasco
10 Luciano Orquera
9 Edoardo Gori
8 Sergio Parisse (c)
7 Robert Barbieri
6 Alessandro Zanni
5 Francesco Minto
4 Quintin Geldenhuys
3 Martin Castrogiovanni
2 Leonardo Ghiraldini
1 Andrea Lo Cicero

Riserve: 16 Davide Giazzon, 17 Michele Rizzo, 18 Lorenzo Cittadini, 19 Antonio Pavanello, 20 Simone Favaro, 21 Manoa Vosawai, 22 Tobias Botes, 23 Luke Mclean.

Australia:

15 Berrick Barnes
14 Nick Cummins
13 Adam Ashley-Cooper
12 Ben Tapuai
11 Drew Mitchell
10 Kurtley Beale
9 Brett Sheehan
8 Wycliff Palu
7 Michael Hooper
6 Scott Higginbotham
5 Nathan Sharpe (c)
4 Sitaleki Timani
3 Ben Alexander
2 Stephen Moore
1 Benn Robinson
Riserve: 16 Tatafu Polota-Nau, 17 James Slipper, 18 Sekope Kepu, 19 Dave Dennis, 20 Liam Gill, 21 Nick Phipps, 22 Mike Harris, 23 Digby Ioane
Scrito da Diego Ghirardi Il 11/23/2012 05:27:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog