giovedì 20 dicembre 2012

Il segretario della federazione australiana (ARU) Michael Hawker ha espresso la fiducia nel coach Robbie Deans in vista della prossima stagione, la quale vedrà i wallabies ospitare il tour dei British e Irish Lions oltre al consueto impegno nel Rugby Championship e nei test autunnali.

Le prestazioni della nazionale australiana durante il 2012 hanno lasciato a desiderare in diverse occasioni, un gran numero di infortuni, Will Genia, James O'Connor, Quade Cooper, David Pocock e Kurtley Beale per citare solo i più famosi, ha condizionato le scelte di Deans durante tutta la stagione, che si è conclusa con la perdita del secondo posto in classifica IRB, ed è stata macchiata dalle sonore sconfitte contro gli all blacks nella Bledisloe Cup.

“Bisogna inserire la prestazione dei wallabies nel contesto del numero di infortuni subiti”, ha detto Hawker, “siamo stati costretti ad impiegare ben 55 giocatori quest’anno, il numero di infortuni è stato molto più alto del solito”.

Il prossimo anno sarà un anno importante per i wallabies, i Lions tornano in Australia dopo ben 12 anni, dove vennero battuti per 2 – 1 nella serie giocata nel 2001.

Mentre Deans non è ancora stato riconfermato dopo il 2013, Hawker ha dichiarato che l’ARU è soddisfatta delle sue prestazioni.
“Per quanto riguarda noi (ARU), siamo soddisfatti dello stato del rugby australiano”, ha detto Hawker. “Vorremmo vedere meno infortuni e penso che se non fosse stato per questo saremmo stati ai vertici. Il prossimo anno è molto importante con il ritorno dei Lions dopo 12 anni. Essendo appena tornato dall’emisfero nord, ho potuto constatare come siano eccitati dalla prospettiva del tour. Avere i migliori giocatori dell’emisfero nord crea sempre grandi aspettative qui. Siamo pronti a confrontarli e a batterli. Saranno un avversario molto difficile e noi ne saremo all’altezza, sarà una serie molto interessante.”

Robbie Deans indica la via - foto Simon Alekna
Rispondendo ad una domanda sul destino di Deans, Hawker ha aggiunto “penso gli allenatori vedano ogni anno come il più difficile, non penso Deans consideri nulla come dovuto. Penso il pubblico voglia vedere la propria nazionale vincere ogni gara e Robbie è dello stesso parere. Farà tutto il possibile. Secondo la dirigenza, abbiamo tutte le chance di battere i Lions l’anno prossimo”. Ma non ha dato alcuna indicazione su cosa accadrà oltre.
La sensazione è che solo un'annata straordinaria vedrà il prolungamento del  contratto di Deans, il pubblico e la stampa australiani non hanno mai trovato il feeling giusto con l'ex-tecnico dei Crusaders e, in vista della coppa del mondo del 2015 e del girone di ferro in cui i wallabies sono stati inseriti, molti vogliono i wallabies andare in campo con un atteggiamento più aggressivo e meno difensivo.
Scrito da Diego Ghirardi Il 12/20/2012 02:52:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog