venerdì 21 dicembre 2012

Nello scontro più importante valevole per il gruppo 2 gli Ospreys hanno ragione dello Stade Toulousain grazie soprattutto per via della differente efficacia del gioco al piede.
Da un lato per gli Ospreys, non soltanto Dan Biggar ha messo a segno 3 piazzati ed un drop, ma a fare la differenza sono stati i calci alti che hanno messo in difficoltà i backs francesi in più occasioni. Dall'altra parte, l'assenza di Luke McAllister ha influenzato il gioco del Toulouse, il suo sostituito Doussain non è dotato della stessa gittata del suo più illustre compagno di squadra, ed è stato costretto a calciare in touche da posizioni dalle quali il mediano d'apertura neozelandese avrebbe potuto cercare i pali, inoltre diversi suoi calci in gioco aperto non hanno convinto.
La gara del Toulouse è stata comunque costellata da errori e da imprecisioni che hanno interrotto spesso il ritmo ed hanno ridato l'inerzia della gara ai gallesi, che pur non avendo eccelso, hanno portato a casa una meritata ed importante vittoria.
Dopo un primo tempo equilibrato conclusosi sul 9-6, grazie a due piazzati ed un drop di Biggar e ad un piazzato ed un drop di Doussain, il secondo tempo si è animato.
Doussain ha mancato l'opportunità di portare i propri in parità quando ha colpito il palo al 16' dalla piazzola. Al contrario Dan Biggar non ha sbagliato un facile calcio al 20'; i gallesi sono andati poi in meta al 21' del secondo tempo con la veloce ala Eli Williams che ha battuto il suo diretto avversario Huget con una finta. Due minuti prima il Toulouse era rimasto per la seconda volta in 14, per via di un giallo combinato al proprio capitano Bouilhou per un placcaggio giudicato, erroneamente, alto. Nel primo tempo Patricio Albacete era stato espulso temporaneamente da George Clancy al 24', ancora su segnalazione del suo assistente, anche in questa occasione per un'infrazione non meritevole di cartellino giallo.
Sopo che al 24' Gael Fickou aveva salvato il Toulouse dalla disfatta con un disperato placcaggio su Beck in area di meta, i francesi hanno tentato il tutto per tutto per aggiudicarsi almeno un prezioso bonus difensivo, ma una serie di errori, ha impedito loro di andare in meta. Sintomatico della giornata no dei rossoneri, il passaggio sbagliato da Clerc verso Medard a tempo scaduto che avrebbe liberato l'estremo per la tanto agognata  meta.
Con questo risultato e la contemporanea vittoria di misura del Leicester a Treviso, il Toulouse perde la testa del gruppo 2 a favore degli inglesi e rischia seriamente di perdere il diritto di giocare in casa il quarto di finale.
Scrito da Diego Ghirardi Il 12/21/2012 04:02:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog