domenica 23 dicembre 2012

Erano 6 anni che lo Stade Toulousain non perdeva due incontri consecutivi, ma gli uomini di Guy Novès stanno attraversando un momento decisamente di scarsa forma e dopo essere stati battuti meritatamente a Swansea dagli Ospreys per 17 - 6, perdono anche a Grenoble in simili circostanze.
La matricola terribile Grenoble mette in campo grinta e coesione e si conferma un osso duro in casa propria: gli uomini di Fabrice Landreau battono per la prima volta dopo ben 17 anni lo Stade Toulousain e fanno un bel regalo di Natale ai propri tifosi che non vedono una sconfitta oramai da 23 turni consecutivi.
Nel primo tempo i mediani di mischia Valentin Courrent e Sébastien Bézy si scambiano gli onori dalla piazzola, 9 - 6 al termine dei primi 40 minuti, ma il risultato sarebbe potuto essere ben più pesante per gli ospiti, se l'ex Courrent non avesse sbagliato due piazzati da posizioni non impossibili.
Come a Swansea lo Stade soffre l'assenza di McAllister soprattutto nell'impostazione tattica, l'apertura Doussain non è in grado infatti di mettere in difficoltà gli avversari col gioco al piede e, come Bézy incaricato di calciare i piazzati oggi, non possiede lo stesso raggio del neozelandese. Il risultato è un Toulouse contratto ed incapace di mettere sotto torchio il Grenoble.
Altro punto dolente per i campioni in carica sono le palle alte, il Grenoble ha fatto i compiti ed ha visionato la registrazione della gara degli Ospreys e dei calci di Dan Biggar, l'apertura rossoblù, il kiwi Blair Stewart, ricorre infatti a calci a campanile che mettono in difficoltà Medard e compagni.
Ad inizio del secondo tempo Courrent porta il risultato sul 12 - 6 prima che Nyanga non venga graziato da una svista del signor Lafon che non vede un suo placcaggio a candela su Best. Nyanga avrebbe dovuto, almeno, vedere giallo, ma rimane in campo in quanto né l'arbitro né il guardalinee si sono accorti dell'infrazione, al contrario dei i venti mila sugli spalti.
Graziato, il Toulouse inizia a pressare guidato da un William Servat migliore in campo per i suoi. Il Grenoble resiste nella propria metà campo e si aggrappa ad ogni possibile occasione per rimandare gli ospiti indietro.
Nonostante l'innesto di forze fresche e di giocatori dal calibro internazionale, il Toulouse non riesce a mettere nemmeno tre punti sul tabellone per tutto il secondo tempo. Al contrario al 29' Courrent mette a segno il suo quinto piazzato su sette con un preciso calcio da metà campo.
Il risultato rimane sul 15 - 6 fino alla fine, con Doussain che sbaglia un drop al 32'che avrebbe potuto rimettere in carreggiata i suoi.
Alla fine giro di campo dei giocatori rossoblù tra gli applausi del pubblico festante dello Stade Lesdiguières e Toulouse che se ne torna a casa senza nemmeno un punto bonus, segnale poco confortante in vista dell'ultima gara dell'anno in casa del Castres.
Scrito da Diego Ghirardi Il 12/23/2012 04:31:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog