venerdì 18 gennaio 2013

I primi due incontri dell'ultimo turno hanno visto la vittoria di misura del London Wasp a Newport e la qualificazione del Perpignan grazie alla vittoria allo Stade Aimé Giral contro il Rovigo. Questo risultato rende così aleatorio l'esito dello scontro tra Worcester e Bizkaia Gernika di Sabato.

Newport Gwent - London Wasps 19 - 20: in una gara che non aveva alcun effetto sull'esito del girone, i London Wasps si sono imposti di misura sui Dragons al Rodney Parade grazie ad una prova molto solida.
Gara molto equilibrata, dove i calciatori di entrambe le squadre hanno sbagliato molto, i Dragons sono andati per primi sul tabellone con Tom Prydie al 13' dopo che lo stesso estremo aveva sbagliato un piazzato ad inizio gara, Nicky Robinson risponde subito al 20', anche lui dalla piazzola.
Al 25' l'unica meta per i padroni di casa con il mediano d'apertura Daniel Evans, trasformata da Prydie. La rispsta inglese arriva subito con Nicky Robinson, che segna un piazzato al 29' ma ne sbaglia altri due al 33'ed al 35', prima che la propria mischia mettesse sotto quella avversario e constrigesse quindi Marius Mitrea ad assegnare loro una meta tecnica al 35'. Prima dello scadere Prydie fissava il risultato parziale sul 13 pari con un calcio piazzato.
Nella ripresa Robinson prima sbagliava un altro piazzato al 6'e poi, dopo il temporaneo vantaggio dei padroni di casa con un piazzato di Prydie al 12', si faceva perdonare andando in meta al 16' non appena i Dragons erano rimasti in inferiorità numerica per un giallo a Toby Faletau, autore dell'ennesimo fallo.
Da lì alla fine dalla partita per Newport-Gwent Prydie sbagliava altri due piazzati prima di lasciare il campo a Steffan Jones, che appena entrato centrava i pali al 34'. Anche per gli ospiti l'ennesimo errore dalla piazzola, questa volta con Elliott Daly, incaricato di calciare dopo l'uscita dal campo di Robinson.

Perpignan - Rovigo 44 - 22: l'USAP doveve aggiudicarsi la vittoria con bonus per essere sicuro del passaggio del turno, ed ha segnato la quarta meta già alla mezz'ora di gioco. I catalani sono partiti subito forte ed hanno segnato due mete con Farid Sid al 5'ed al 7', entrambe trasformate da Gilles Bosch. Il Rovigo ha però reagito subito andando in meta al 10' con il proprio capitano, il tallonatore neozelandese Luke Mahoney. I rossoblù avrebbero potuto avvicinarsi ancor più all'USAP se Stefan Basson non avesse sbagliato al trasformazione ed uno dei due piazzati avuti a disposizione subito dopo.
I catalani del Perpignan hanno deciso quindi non fosse il caso di scherzare troppo ed hanno pigiato di nuovo sull'acceleratore, andando in meta per altre due volte: Armand Batlle al 21' e Kisi Pulu al 29'. ancora Bosch preciso alla trasformazione per il 28 - 8. Andrea Bacchetti è andato in meta al 31' e con la trasformazione di Basson il risultato con cui si è concluso il primo tempo è stato di 28 - 15.
Nel secondo tempo, dopo una meta tecnica assegnata ai padroni di casa al 14', l'ala del Rovigo Bacchetti è andato nuovamente in meta dieci minuti dopo. Ipotesi di rimonta finita comunque al 34'quando il gallese James Hook, subentrato a Lifeimi Mafi ad inizio del secondo tempo è andato in meta ed ha trasformato la propria segnatura.
Il Rovigo ha poi finito in 14 per l'espulsione del centro Joe Van Niekerk per un placcaggio pericoloso ai danni di Hook.
Tutto sommato una prova migliore di molte altre per il Rovigo e un segnale positivo con cui chiudere, dopo aver incassato una media di 55 punti a partita nelle gare precedenti.

Scrito da Diego Ghirardi Il 1/18/2013 12:16:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog