giovedì 24 gennaio 2013

Più o meno la nozione che il Sei Nazioni stia per iniziare è dominio comune, a parte gli interessati di rugby, i maniaci, i giocatori, i dirigenti, i curiosi e i fondamentalisti ovali, anche buona parte del pubblico sa che il 2 Febbraio inizierà il massimo torneo europeo, molti sanno anche che l'Italia giocherà la prima partita il 3 contro la Francia allo Stadio Olimpico.


Ma quanti sanno che questa sarà anche la dodicesima edizione del Sei Nazioni femminile, dodicesima. Anche se solo sei delle ultime edizioni hanno visto partecipare le stesse nazioni dell'edizione maschile, infatti al posto dell'Italia, giocava la Spagna.
Anche qui la squadra italiana lotta con la Scozia per evitare il cucchiaio di legno, e nelle ultime tre stagioni è riuscita ad evitare il "trofeo" e a battere le scozzesi nelle ultime due edizioni.
Le ultime sette edizioni sono state vinte dall'Inghilterra, che per ben sei volte ha vinto tutti gli incontri del torneo. Dopo la vittoria nei tre incontri giocati contro la squadra campione del mondo, la Nuova Zelanda, il coach Gary Street ha affermato che la sua Inghilterra è la squadra più forte del mondo, come dargli torto?
Per questo sei nazioni comunque Street è stato costretto a fare diversi campi ed il capitano Hunter, che sostituirà McLean per il torneo ha infatti recentemente dichiarato che questa sarà l'edizione più difficile degli ultimi anni.
Il pericolo maggiore arriva dal Galles, dove l'allenatore Rhys Edwards ha mescolato esperienza a nuove leve e si aspetta un buon torneo dalla propria squadra. Il Galles è l'unica nazione ad aver battuto l'Inghilterra dal torneo del 2006.
La Francia, che ha dominato il sei nazioni nelle sue prime edizioni è in crescita e può fare da terza incomoda, mentre l'Irlanda, non ha molte carte per farsi avanti.
Come detto l'Italia e la Scozia lotteranno per non aggiudicarsi il cucchiaio di legno.

Il primo turno vedrà l'Inghilterra impegnata contro la Scozia il 2 Febbraio a Walton-on-Thames sul campo dell'Esher ed il Galles il 3 contro l'Irlanda a Port Talbot
L'Italia inizierà il torneo il 2 febbraio contro la Francia allo stadio “Giulio e Silvio Pagani” di Rovato (BS). Capitano dell'Italia sarà la terza linea centro Gaudino del Rugby Monza, alla sua prima avventura come capitano nel sei nazioni.

Riporto dal sito della federugby: “Chiudere al quarto posto si può ed è fondamentale per la qualificazione ai Mondiali 2014. Si parte da Rovato, contro la Francia: l’anno scorso abbiamo trovato tanto affetto su quel campo, sarà così anche quest’anno e ci aiuterà a fare una grande partita, come spesso ci è successo in casa contro le francesi. Sarà una gara dura – ha detto Gaudino – ma il fattore campo può venire in nostro aiuto”.
“Obiettivi minimi? Puntiamo come detto al quarto posto, possiamo raggiungerlo vincendo in Scozia e battendo il Galles in casa a Benevento. L’Inghilterra è onestamente di un livello superiore, l’Irlanda è in crescita ma anche contro di loro daremo il meglio per essere competitive”.
Lucido e determinato coach Di Giandomenico: “Siamo più pronti che in passato grazie alle due partite di novembre contro gli USA e la Spagna, speriamo che questi due test siano importanti per trovare subito il passo giusto nel Torneo”.

Non resta che sperare che venga dato il giusto spazio e la giusta importanza all'edizione femminile del Sei Nazioni, e come si suol dire, tanti auguri alle azzurre!
Scrito da Diego Ghirardi Il 1/24/2013 09:34:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog