mercoledì 2 gennaio 2013

Batosta per lo Stade Français allo Stade Yves du Manoir di Montpellier ad opera di un MHR determinato e solido in ogni area del campo.
Che per i parigini non fosse giornata lo si è visto subito nei primi cinque minuti di gioco, al terzo l'argentino Bustos Moyano ha messo a segno un piazzato concesso da Pascal Gaüzere per fuori gioco, nonostante il tre quarti del Montpellier e dei Bleus Ouderago si fosse trovato a sua volta in fuori gioco sull'azione precedente. Al quinto è invece tutta colpa dei giocatori dello Stade Français che si fanno una dormita: Porical calcia direttamente fuori un rinvio, Trinh Duc batte veloce la rimessa laterale, passa al pilone Figallo che libera Combezou per la prima meta della gara. Con la trasformazione di Bustos Moyano e 10 - 0 dopo soli 5 minuti.
Lo Stade, ben capitanato da Sergio Parisse, che sarà l'ultimo ad arrendersi, recupera palloni e sfrutta tutte le occasioni concesse dai padroni di casa: Porrical mette a segno due piazzati e ne sbaglia un terzo tra il settimo ed il ventesimo di gara.
Ma prima della fine del tempo è ancora il MHR ad andare per due volte in meta, al 33' con Nagusa in un'azione surreale dove tutti rimangono fermi come statuine a guardare Monsieur Gaüzere in attesa di un fischio che non arriva e poi al 35' con Trinh Duc che trova un buco clamoroso dopo aver fintato Sergio Parisse. Bustos Moyano trasforma in entrambi i casi.
Completano le marcature del primo tempo due piazzati, uno per parte. Risultato parziale 27 - 9.
Ad inizio ripresa è lo Stade Français a pungere, Warwick trova il break centrale, passa a Sinzelle che libera Missoup in meta, al 6' siamo 27 - 16.
Ma la riscossa degli ospiti si infrange su un cartellino giallo rimediato al 9' dallo stesso autore della meta per un placcaggio alto segnalato dal giudice di linea all'arbitro. Azione che rivista al rallentatore non convince, forse sarebbe il caso di ricorrere all'arbitro addetto al replay anche in questi casi, come avviene ad esempio in Currie Cup.
L'inferiorità numerica costa cara ai parigini, al 12' Bustos Moyano mette a segno un altro piazzato ed al 14' Tomas va in meta. Nell'occasione della meta il vero e proprio harakiri dello Stade si completa, infatti  l'ala Arias non rispetta i dieci metri sul fallo battuto veloce e rimedia il secondo cartellino giallo per gli ospiti. Anche in questa occasione la decisione arbitrale pare un po' troppo severa nei confronti dello Stade, visto che Gaüzere concede la meta al Montpellier.
Sotto di due uomini e fiaccati nel morale i parigini crollano mentalmente e, anche quando riconquistano la parità numerica non riescono più ad arginare i padroni di casa che segnano la meta numero cinque e sei della propria gara con Bustos Moyano ed il subentrato Galletier.
Punizione alla fine troppo pesante per Parisse e compagni, ma, nonostante alcune decisioni arbitrali abbiano decisamente sfavorito lo Stade Français, sconfitta meritata e bisogno di riflettere su quali realmente siano gli obiettivi della stagione.
Per il Montpellier la vittoria significa consolidare il quinto posto in classifica e continuare nella rincorsa all'obiettivo play-off.
Scrito da Diego Ghirardi Il 1/02/2013 05:39:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog