domenica 31 marzo 2013

Quarta vittoria consecutiva delle Cheetahs che regolano i Rebels e si aggiudicano anche il punto bonus

Al ritorno dal tour di Australia e Nuova Zelanda, le Cheetahs di fronte allo sparuto pubblico del Vodacom Park di Bloemfontein si impongono senza faticare troppo contro i Rebels.
Dopo la batosta di Durban sarebbe stato difficile per i Rebels fare peggio e, a dire il vero, la squadra di Melbourne ha mostrato un po' di compostezza in più, ma ha comunque lasciato a desiderare in quasi tutte le aree del campo. Privi di Beale e Vuna per scelta tecnica dopo la scazzottata di Durban, i Rebels si sono schierati con Kingi e Woodward ali, Roberts confermato mediano d'apertura ed O'Connor estremo. La scelta più curiosa è stata quella di far ruotare Higginbotham e Delve in terza linea tra la posizione di centro ed interno, una scelta che è costata la prima meta subita dagli australiani.
Le Cheetahs hanno dovuto far a meno all'ultimo momento della propria apertura titolare Johan Goosen, al suo posto Burton Francis non ha per nulla sfigurato.
Durante la prima frazione di gioco le Cheetahs sono andate molto vicine alla meta in almeno tre occasioni, ma non sono riuscite a concludere. La più clamorosa di queste quando alla mezz'ora Rhule si è involato a rincorrere un calcio a seguire verso una linea di meta lasciata desolatamente vuota da un'O'Connor completamente fuori posizione. Per fortuna dei Rebels il ghanese di nascita non è riuscito a controllare la palla.
Dopo un piazzato di Francis ed paio di O'Connor la meta delle Cheetahs è giunta con Daniller libero a sinistra dopo un pallone recuperato in mischia grazie ad un rimpallo e ad una distrazione di Delve in terza linea interno che non ha seguito la palla ma ha continuato a spingere in mischia. Francis ha trasformato i due punti addizionali ed il primo tempo di è concluso sul 10 - 6.
Rhule sfugge ad O'Connor - foto Getty
Nella ripresa le porte della meta dei Rebels si sono aperte, con Rhule e le Roux subito in meta.
Al 27' la squadra australiana è rimasta temporaneamente in 14 per un blocco di Luke Jones su le Roux giudicato severamente dall'arbitro, il neozelandese Glen Jackson.
Sotto di un uomo i Rebels hanno subito concesso la meta che è valsa il bonus. Il neoentrato Benjamin si è poi aggiunto alla lista dei backs in meta al 33'.
Per i Rebels Neville ha segnato la meta della bandiera a tre minuti dalla fine raccogliendo un pallone rubato dalle Cheetahs in touch e "dimenticato" a terra.
Per le Cheetahs si tratta della prima serie di quattro vittorie consecutive in Superugby, per i Rebels, nonostante il risultato molto meno punitivo della settimana scorsa, una prova da dimenticare.
Tabellino

Free State Cheetahs Melborne Rebels
Mete Hennie Daniller 36'
Raymond Rhule 52'
Willie le Roux 65'
Johann Sadie 69'
Rayno Benjamin 73'
Cadeyrn Neville 77'
Transformazioni Burton Francis 3/5 James O'Connor 1/1
Calci Piazzati Burton Francis 1/2 James O'Connor 3/3
Scrito da Unknown Il 3/31/2013 06:07:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Il Glasgow si riprende la testa della classifica con una netta vittoria sul Munster anche grazie alla vittoria dell'Ulster a Dublino

Nuova rivoluzione in testa alla classifica di Pro12, la schiacciante prova degli scozzesi che segano ben sei mete al Munster assicura loro il ritorno in testa al campionato, ed ha praticamente messo la parola fine alle speranze di play off degli irlandesi. L'Ulster batte il Leinster per la prima volta da 14 anni a  Dublino ed è secondo. Nel festival del rugby gallese al Millenium Stadium le due partite vanno secondo pronostico e così Ospreys e Scarlets sono sempre appaiate a pari punti, con i primi in vantaggio grazie alla differenza punti.
Rinviata la partita del Treviso, ancora sconfitte le Zebre, nonostante i continui miglioramenti.

Zebre  - Edimburgo 7 - 9: ancora sconfitta la squadra federale che non riesce ad andare più in la del segnare una meta contro l'Edimburgo. Gli scozzesi fanno il compitino grazie a Laidlaw dalla piazzola e si salvano quando il torero Orquera colpisce la traversa con un drop a tempo scaduto.

Glasgow  - Munster 51 - 24: vittoria senza se o ma per il Glasgow che sommerge il Munster con sei mete, che fruttano anche un prezioso punto bonus. Star della partita il mediano d'apertura Ruaridh Jackson autore di una meta, tre piazzati e quattro trasformazioni. Il Munster, ora a undici punti dal duo gallese Ospreys - Scarlets può dire addio alle speranze di qualificazione ai playoff.

Dragons  - Scarlets 20 - 28: agli Scarlets non rimane altro che vincere nella lotta a distanza contro gli Ospreys per il quarto posto utile per i play off, la differenza punti dei campioni in carica è tale dal vederli sicuri della qualificazione in caso di parità. Jonathan Davies e George North autori delle tre mete per la squadra di Llanelli con doppietta del secondo. I Dragons si sono battuti con onore, ma non sono riusciti ad impensierire gli Scarlets, per Newport-Gwent mete di Dan e Jonathan Evans.

Blues  - Ospreys 16 - 23: dopo aver visto i rivali imporsi sui Dragons, gli Ospreys non potevano che ripetersi contro i Blues. La squadra di Cardiff ha venduto cara la pelle e Leigh Halfpenny ancora in forma strepitosa dopo essere stato il miglior giocatore del sei nazioni ha segnato tutti e 16 i punti per i Blues.

Leinster  - Ulster 18 - 22: con una prestazione da uomo della partita, Ruan Pienaar guida l'Ulster ad una storica vittoria a Dublino. Dopo aver concluso il primo tempo sotto di quattro punti 12 - 8 frutto della meta di Robbie Diack  e di un piazzato di Pienaar, l'Ulster è andato in meta nuovamente nel secondo tempo con Iain Henderson grazie ad una giocata veloce del mediano di mischia sudafricano. Per il Leinster perfetta gara della giovane apertura Ian Madigan, sei su sei per lui, ma nessun altro giocatore è stato in gradi di andare a punti nonostante gli attacchi nel finale in superiorità numerica.

Treviso  - Connacht : rinviata per terreno impraticabile.


Classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Glasgow67140583
2Ulster 66141453
3Leinster62140571
4Ospreys58131522
5Scarlets58130633
6Munster47101832
7Treviso3981932
8Cardiff34701215
9Connacht32701113
10Edimburgo32601317
11Newport Gwent23501412
12Zebre9001918
Scrito da Unknown Il 3/31/2013 01:27:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Regalo di pasqua nel finale dei Bulls che si lasciano superare dai Brumbies dopo essere riusciti a pareggiare sul filo di lana

Vittoria a tempo scaduto per i padroni di casa in una gara segnata dalle innumerevoli interruzioni dell'arbitro Jonathan White per le infrazioni in mischia dei Bulls ed in ruck dei Brumbies.
La prima frazione di gara è stata tutta a favore dei Brumbies che hanno saputo avere la meglio di un attacco spento e di una mischia fallosa, Nick White ha sbagliato un paio di piazzati da lunga distanza, mentre Lealiifano non ha sbagliato i suoi tre tentativi. Nel finale del primo tempo l'unica meta dei Brumbies, con Robbie Coleman ad andare oltre la linea dopo ben 19 fasi.
I Bulls si sono fatti sotto nella ripresa ed hanno impensierito i padroni di casa, in una prima occasione Mapoe ha perso il pallone al momento di schiacciare in meta, ma Visser quattro minuti dopo ha segnato la meta per i sudafricani che, grazie alla trasformazione di Morné Steyn e ad un suo piazzato pochi minuti dopo si sono portati ad un solo punto di distanza dai Brumbies.
Al 23' però Jonathan White ha punito con un giallo il pilone Mellett, reo dell'ennesimo fallo in mischia.
In superiorità numerica i Brumbies hanno segnato due piazzati che hanno portato il loro vantaggio ad una meta trasformata.
Meta e trasformazione che sono arrivati da Engelbrecht in meta dopo che Kruger ha strappato il pallone dalle mani di un avversario in ruck e trasformazione da posizione difficile del preciso Steyn.
A tempo praticamente scaduto White ha segnalato che si poteva ancora battere la ripresa del gioco, ed a questo punto è arrivato il regalo pasquale dei Bulls, che invece di assicurarsi il pareggio spedendo la palla in tribuna, hanno pensato bene di andare ad attaccare e sono stati punti in ruck per un fallo molto dubbio. Avendo visto la facilità con cui White ha fischiato tutta la partita, giocatori di esperienza com Steyn o Spies avrebbero dovuto evitare.
Lealiifano da posizione centrale a 43 metri dai pali ha centrato il piazzato che ha dato così una vittoria tutto sommato meritata ai Brumbies.
Bulls apparsi comunque provati dal tour di Nuova Zelanda ed Australia, tornano a casa con un bottino  di una sola vittoria e tre sconfitte.



Tabellino

BrumbiesBulls
MeteRobbie Coleman 40'Jurgen Visser 49'
JJ Engelbrecht 79'
TransformazioniChristian Lealiifano 1/1Morné Steyn 2/2
Calci PiazzatiNick White 0/2
Christian Lealiifano 6/6
Morné Steyn 2/3
Scrito da Unknown Il 3/31/2013 12:46:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Continua la marcia dei Chiefs che soffrono più del dovuto contro i Blues

Al Baypark Stadium in Mount Maunganui i campioni in carica rischiano la rimonta finale dei Blues dopo aver dominato la gara a larghi tratti, ma la loro mancanza in fase di finalizzazione ha permesso agli avversari di avvicinarsi a sette punti.
I Chiefs sono partiti con il piede sbagliato ed hanno rischiato di rimanere in 14 per tutta la partita se l'arbitro addetto alla moviola avesse deciso per il cartellino rosso invece del più appropriato giallo per il fallo pericoloso di Bundee Aki su Rene Ranger.
Nonostante l'inferiorità numerica i Chiefs sarebbero potuti andare in meta per ben tre volte. Nella prima occasione Gareth Anscombe ha toccato la linea dopo aver intercettato un passaggio ed è stato subito fermato dall'arbitro. Nelle altre due occasioni invece è stato l'addetto alla moviola a negare la meta ai Chiefs. Prima Anscombe ha visto vanificata la sua splendida corsa in meta per via di un fuori gioco nella ruck che ha provocato il cambio di possesso, poi Tikoirotuma ha visto vanificata la sua meta per aver messo un piede in touch.
Gli unici punti del primo tempo sono giunti dai piazzati di Anscombe per i Chiefs e di Noakes per i Blues, e le squadre sono andate negli spogliatoi sul parziale di 9 - 6.
Nel secondo tempo i Chiefs hanno finalmente oltrepassato la linea bianca, prima con il pilone di riserva Tameifuna a seguito di una serie di fasi sulla linea di meta avversaria e poi con Kahui che ha intercettato un pallone e lo ha riportato in meta.
Nel finale i Blues si sono fatti sotto ed hanno segnato una meta con Moala, la trasformazione di Kerr, subentrato a Noakes, ha portato gli ospiti ad una meta trasformata di distanza dai Chiefs, ma la difesa dei campioni in carica, apparsi un po' stanchi in questa prima uscita dopo il tour sudafricano, ha retto bene.

Tabellino

Chiefs Blues
Mete Ben Tameifuna 47'
Richard Kahui 63'
George Moala 78'
Transformazioni Gareth Anscombe 2/2 Baden Kerr 1/1
Calci Piazzati Gareth Anscombe 3/4 Chris Noakes 3/3
Scrito da Unknown Il 3/31/2013 12:21:00 PM Nessun commento Continua a leggere

sabato 30 marzo 2013

Il Biarritz si impone facilmente sotto una pioggia battente su uno stanco Grenoble

Dopo la prestigiosa vittoria casalinga contro il Clermont i baschi si ripetono contro i più modesti alpini.
La vittoria del Biarritz si è concretizzata nel secondo tempo, dopo una prima frazione di gioco equilibrata infatti i baschi hanno facilmente avuto la meglio sul Grenoble.
Yachvili e Baby si sono alternati nel primo tempo dalla piazzola per il BO, mentre il primo si è incaricato di calciare le punizioni da distanza ravvicinata, il secondo ha messo a segno due calci piazzati da lunga gittata. Il Grenoble è apparso confusionario ed impreciso, ma ha mantenuto le distanze grazie ad una meta tecnica conquistata dalla propria mischia ed al piede dell'esordiente mediano di mischia irlandese James Hart.
Il primo tempo si è concluso con i padroni di casa meritatamente in vantaggio per 12 - 10.
Ad inizio ripresa un piazzato di Hart ha portato gli ospiti in avanti, ma Yachvili ha subito risposto, anche lui dalla piazzola ed ha portato il Biarritz sul 21 - 13 con tre piazzati consecutivi.
Dopo l'uscita di Hart dal campo, il mediano d'apertura Pellisié si è incaricato di battere l'ultimo piazzato concesso dal Signor Attalah agli ospiti, che si sono così portati a cinque punti di distanza. Ma l'apertura è stato protagonista negativo subito. Sotto di un uomo il Grenoble stava difendendo nei propri 22 e, conquistato un vantaggio per un in avanti, invece di prendere la mischia, tirare il fiato e far passare ancora un po' di tempo, Pellisié ha calciato a tagliare il campo per Bernard. La terza linea era isolato in uno contro due ed ha così perso il pallone non appena placcato dagli avversari, i quali hanno subito liberato l'americano Ngwenya in meta.
Per la gioia degli spettatori del Parc des Sports Aquiléra è arrivata a chiudere i giochi anche la seconda meta per merito di Lund e Yachvili. Il norvegese ha bloccato un calcio a campanile che francese di origini georgiane ha controllato due volte di piede per restituirlo con un colpo di tacco non usuale sui campi di rugby allo stesso accorrente Lund che ha schiacciato in meta.
Con questa vittoria i baschi scavalcano così il Grenoble in classifica e si portano all'ottavo posto.

Tabellino

Biarritz Olympique Grenoble
Mete Takudzwa Ngwenya 65'
Eric Lund '76
tecnica 16'
Transformazioni Dimitri Yachvili 1/2 James Hart 1/1
Calci Piazzati Dimitri Yachvili 5/5
Benoît Baby 2/2
James Hart 2/3
Jonathan Pelissié 1/1
Scrito da Unknown Il 3/30/2013 05:22:00 PM Nessun commento Continua a leggere

venerdì 29 marzo 2013

Agli Highlanders non riesce la rimonta nel finale ed i Reds conquistano la prima vittoria in casa della squadra dell'estremo sud della Nuova Zelanda
I Queensland Reds hanno dominato a tratti soprattutto a cavallo dell'intervallo e sono riusciti nel finale a resistere al veemente ritorno dei padroni di casa che rimangono così a zero vittorie in campionato.
Per i Reds è arrivato anche il punto bonus in virtù delle quattro mete segnate. La prima, al 6' di gioco è stata a dire il vero un po' fortuita, con un paio di rimpalli ed il pallone tra le gambe di Hanson che lo ha poi schiacciato in meta.
Gli Highlanders si sono riportati subito sotto e dopo due piazzati di Slate sono andati in meta con Dixon grazie ad Aaron Smith che ha battuto una fallo veloce cogliendo la difesa ospite addormentata.
I Reds sono poi andati in meta per tre volte di fila e si sono portati sul 31 - 16 ad inizio della ripresa grazie a Genia.
Ma, merito degli Highlanders, la partita non è finita lì e due delle loro star, Gear e Nomu hanno riportato lo svantaggio ad un solo punto a dodici minuti dalla fine.
Due piazzati di Cooper e di Sopoaga hanno concluso la serie delle marcature, con gli Highlanders incapaci di sfruttare un grave errore di giudizio di Cooper a cinque minuti dalla fine. L'apertura neozelandese di nascita ma australiano per scelta è sempre in difficoltà quando gioca nella sua terra natale ed anche questa sera ha lasciato a desiderare e nella specifica occasione ha toccato il pallone prima che entrasse nei ventidue e lo ha poi calciato direttamente fuori regalando ai padroni di casa una touch da posizione favorevole. Per sua fortuna Coltman ha sbagliato il lancio e la palla è stata riconquistata dai Reds.


Tabellino

Highlanders Queensland Reds
Mete Elliot Dixon 19',
Hosea Gear 61',
Ma'a Nonu 68'
James Hanson 6',
Liam Gill 25',
Jake Schatz 30',
Will Genia 55'
Transformazioni Colin Slade 1/1,
Lima Sopoaga 2/2
Quade Cooper 2/2
Calci Piazzati Colin Slade 3/4,
Lima Sopoaga 1/1
Quade Cooper 3/4
Scrito da Unknown Il 3/29/2013 09:20:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Doppio incontro al Millenium Stadium con i due derby gallesi in successione e sfida al vertice tra Leinster ed Ulster

I tifosi gallesi dopo aver riempito il Millenium per la finale del Sei Nazioni si ritroveranno nello stesso stadio per celebrare una giornata di sfide regionali, in un'iniziativa da ammirare.


Venerdì 29:
Zebre  - Edimburgo (Stadio XXV Aprile, Parma - IT) 19:00: sei azzurri e capitan Bortolami tornao in capo per le Zebre, sarà questa l'occasione buona per le Zebre per conquistare la prima vittoria? L'Edimburgo è reduce dall'aver conquistato il prestigioso scalpo dell'Ulster e non sarà certo un avversario facile. Per gli scozzesi centesimo cap della prima linea Ford. Arbitrerà l'esordiente irlandese Sean Gallagher.

Glasgow  - Munster (Scotstoun, Glasgow - SC) 20:05 (21:05): Glasgow ha perso la testa della classifica dopo una sola giornata al vertice con la sconfitta contro il Leinster ed affronta ora un'altra temibile irlandese, il Munster. Con l'importantissima sfida di Heineken Cup contro i Quins in arrivo e le speranze di qualificazione ai play off ridotte al minino, gli irlandesi saranno un avversario abbordabile per gli scozzesi che ritrovano i nazionali Stuart Hogg, Sean Maitland, Ryan Grant e Tim Swinson.

Sabato 30:
Dragons  - Scarlets (Millennium Stadium, Cardiff - GA) 14:30 (15:30): nella lotta a distanza con gli Ospreys che calcheranno lo stesso parto del Millenium a seguire questa sfida, gli Scarlets non possono farsi sorprendere dai Dragons. Newport Gwent in una desolante posizione in classifica gioca per l'onore, che in un derby è sempre molto importante.

Blues  - Ospreys (Millennium Stadium, Cardiff - GA) 17:15 (18:15): la strada per i play off passa per una vittoria contro Cardiff e gli Ospreys non si possono permettere un passo falso contro i Blues.

Leinster  - Ulster (Royal Dublin Society, Dublino - IR) 18:15 (19:15): il Leinster è in forma e parte favorito contro la squadra del nord

Treviso  - Connacht (Stadio di Monigo, Treviso - IT) 20:00: per i Leoni imbattuti da tre turni, la possibilità di un altra vittoria non è così remota, il Connacht è reduce da una batosta casalinga contro il Munster ed è alla portata dei biancoverdi.


Classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Leinster63140470
2Glasgow62130573
3Ulster62131453
4Ospreys54121522
5Scarlets54120633
6Munster47101732
7Treviso3981932
8Cardiff33701114
9Connacht32701113
10Edimburgo28501317
11Newport Gwent23501312
12Zebre8001817

Scrito da Unknown Il 3/29/2013 12:47:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Le prime sei in classifica si scontrano tra loro

La partita chiave della giornata sarà il derby Northampton - Leicester, ma attenzione anche agli altri scontri al vertice ed allo scontro salvezza tra Irish e Sale.

Come al solito in grassetto i miei pronostici, ☞ indica le partite da guardare


Venerdì 29:
Gloucester - Harlequins (Kingsholm) 19:45 (20:45): i cherry and white vedono la possibilità di aggrapparsi al treno play off in questa gara contro i Quins reduci da una netta sconfitta all'Allianz Park contro i Saracens e con la testa al quarto di finale di Heineken Cup contro il Munster.

Sabato 30:
Bath - London Welsh (Recreation Ground) 14:15 (15:15): con la conferma dei cinque punti di penalizzazione, gli esuli gallesi sono ora aggrappati ad una flebile speranza, anche in caso il Sale non riesca a garantirsi nemmeno un punto nelle ultime quattro gare. Bath non è una delle partite più facili, ma almeno un bonus difensivo dovrebbe essere alla loro portata.

London Wasps - Saracens (Adams Park, High Wycombe) 15:00 (16:00): sconfitti in casa dagli avanti dei Saints Sabato scorso, i Wasps entrano in un periodo di fuoco: Sabato ospitano i temibili Saracens e il prossimo venerdì ospiteranno il Leinster in Challenge Cup e, se non bastasse, andranno a far visita al Leicester domenica 14 Aprile. Una sconfitta potrebbe valere l'addio ai play off per i gialloneri.

☞ Northampton - Leicester (Franklin's Gardens) 15:00 (16:00): sarà la volta buona per i Saints?

Worcester - Exeter (Sixways) 15:00 (16:00): una gara anonima tra due squadre che non hanno molto da offrire.

Domenica 31:
☞ London Irish - Sale Sharks (Madejski Stadium, Reading) 14:15 (15:15): una vittoria per il Sale potrebbe voler dire salvezza, ma gli esuli irlandesi sono in buona forma casalinga e non saranno certo pronti a fare regali.


La classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Saracens63141341
2Leicester58121544
3Harlequins55120643
4Northampton54120642
5Gloucester50101717
6London Wasps4790947
7Bath4381927
8Exeter4281935
9Worcester32511237
10London Irish28601213
11Sale Shark23501303
12London Welsh18*401407


* London Welsh penalizzati di 5 punti
Scrito da Unknown Il 3/29/2013 12:16:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Le capoliste Toulon e Clermont chiamate alla riscossa dopo le sconfitte della settimana scorsa

Oltre al big match tra Racing Métro 92 e Stade Toulousain, la 23' giornata del Top 14 vede lo scontro molto importante in chiave play off tra USAP e Castres.

Come al solito in grassetto i miei pronostici, ☞ indica le partite da guardare

Venerdì 29:
Biarritz Olympique - Grenoble (19:00): il Biarritz viaggia sulle ali dell'entusiasmo dopo la bella vittoria contro il Clermont, mentre il Grenoble è in fase calante dopo la sorprendente stagione. La vittoria dovrebbe andare ai baschi.

Sabato 20:

Stade Français - Rugby Club Toulonnais (15:00): il Toulon non perde facilmente due partite di fila, ma l'ultima volta che ciò è accaduto è stato l'anno scorso alle giornate 22 e 23, entrambe come quest'anno gare esterne contro squadre non di vertice. Almeno dalla parte dello Stade Français la statistica, altrimenti la squadra vista a Tolosa rischia di non impensierire la corazzata di Laporte.

Union Bordeaux-Bègles - Aviron Bayonnais (18:30): dopo la vittoria contro il Toulon che ha garantito ai canottieri la matematica salvezza, ci si può attendere un passo falso contro l'UBB ancora in lotta con l'Agen per non scendere in D2.

ASM Clermont - SU Agen (18:30): i canarini vorranno dimenticare presto la sconfitta di Biarritz, per l'Agen poche speranze nella fortezza Marcel Michelin.

Mont-de-Marsan - Montpellier Hérault Rugby (18:30): forse ultimo rappresentante del "Rugby de Clocher" il simpatico Mont non ha molte chances di vittoria contro l'MHR, a meno che il prossimo quarto di finale di Heineken Cup a Clermont non influenzi troppo gli ospiti.

☞ USAP - Castres Olympique (18:30): partita molto importante per i catalani in chiave play-off, una sconfitta potrebbe valere l'addio alla qualificazione. Il Castres non andrà certo a far numero. Attendiamoci una bella battaglia

☞ Racing Métro 92 - Stade Toulousain (20:40): in serie positiva da 9 giornate, il Racing vorrà confermarsi contro i campioni in carica,


La classifica:
PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Toulon77160694
2Clermont75160665
3Toulouse69150763
4Castres62131835
5Racing Métro 9262140815
6Montpellier59130943
7 Perpignan561201026
8Grenoble491101114
9Biarritz471011114
10Stade Français461011022
11Aviron Bayonnais45911216
12Bordeaux-Bègles36601639
13Agen27501607
14Mont-de-Marsan15201916

Scrito da Unknown Il 3/29/2013 11:40:00 AM Nessun commento Continua a leggere

La sparata di Gavazzi non mi suscita altra reazione che il mandarlo, simpaticamente, a quel paese.

Che il successo del Sei Nazioni a Roma sia stato enorme, non è in discussione, ma da qui a proporre di spostare il Benetton Treviso a Roma, le Zebre a Milano e creare una terza compagine in Celtic, si cade nel ridicolo.
Le Zebre, come gli Aironi, sono una squadra materasso, dove in 5 punti sono l'obiettivo di ogni avversario. Se si creasse una terza squadre sarebbe ancora peggio, avranno visto lor signori della FIR le figure barbine delle squadre di Eccellenza in Europa?
Roma e Milano sono grandi città, ma se per questo lo è anche Napoli, il fatto che una città sia grande voglia dire anche un gran bacino d'utenza è una stupidaggine. Ed il discorso vale nel rugby, negli altri sport, in Italia ed all'estero.
Quindi lasciamo perdere, lasciamo la dirigenza di Treviso continuare a fare il proprio lavoro lì dov'è e costruiamo sul movimento giovanile, investiamo nelle realtà che già ci sono e non creiamone di nuove.
Scrito da Unknown Il 3/29/2013 10:01:00 AM Nessun commento Continua a leggere

Quale sarà il vero big match dei campionati europei in questo fine settimana pasquale?

La scelta non è facile, Top14, Premiership e Celtic League presentano in calendario, e se c'è un giorno che gli appassionati non si possono permettere di perdere è Sabato 30. Nell'ordine si giocheranno: Northampton - Leicester, Leinster - Ulster e Racing Métro 92 - Stade Toulousain.
Tutti incontri tra le prime della classe dei rispettivi campionati con un impatto enorme sulle rispettive classifiche finali.

Tra parentesi l'orario d'inizio in Italia, in grassetto i miei, fallibilissimi, pronostici:

Northampton - Leicester (Franklin's Gardens, Northampton - UK) 15:00 (16:00): l'incontro clou della premiership vede sfidarsi nel derby del Midlands i Saints e le Tigers. Oltre alla rivalità regionale ed alla striscia di quattro sconfitte consecutive per gli uomini di Mallinder c'è in gioco un possibile secondo posto in classifica, proprio a scapito dei rivali di Leicester, ora quattro punti sopra i Saints.
Northampton non potrà usare la stessa tattica usata contro i London Wasps la settimana scorsa, dove gli avanti dei Saints hanno fatto il bello e cattivo tempo, assicurando tutte e quattro le mete che hanno permesso la vittoria di misura. Leicester ha un pacchetto difensivo, e soprattutto una prima linea di livello internazionale, con Tom Youngs, Dan Cole, Martin Castrogiovanni, Marcos Ayerza e Logovi'i Mulipola tutti perni delle rispettive nazionali. La sfida tra le cerniere di centro campo Ben Youngs e Toby Flood e Lee Dickson e Stephen Myler, sarà decisiva, così come quella dalla piazzola tra i due numeri 10. Fare previsioni nei derby è sempre difficile, vedo leggermente favorite le Tigers

Leinster - Ulster (Royal Dublin Society, Dublino - IR) 18:15 (19:15): nella sfida tra i vecchi ed i nuovi padroni della Celtic League, il Leinster ha la possibilità di allungare sui rivali del nord, che dopo aver goduto di un gran vantaggio in classifica, ora sono un punto dietro. Il Leinster non perde da sette gare, l'ultima sconfitta proprio contro l'Ulster, il quale invece sta attraversando un momento di forma decisamente negativo che è costato la testa della classifica agli uomini di Anscombe.
In questo caso il pronostico sulla carta pare più semplice, una squadra molto in forma contro una in difficoltà, i precedenti sono anche tutti  a favore del Leinster, ma spesso nei derby chi entra in campo papa esce cardinale, quindi attenzione ad ogni possibile risultato

Racing Métro 92 - Stade Toulousain (Stade de France, Saint-Denis - FR) 20:40: nonostante il mondo del rugby francese stia parlando molto più di doping che di rugby giocato, questo scontro tra i campioni in carica, attualmente al terzo posto, ed i parigini, in serie positiva da nove gare e risaliti fino al quinto posto, è una partita fondamentale per entrambe le squadre. Guy Novès teme ed ammira i parigini e, riguardo al fatto che la gara si giocherà nello stadio solamente riservato alla nazionale ed alla finale, non ha concretamente detto che potrebbe essere l'ultima volta che i rossoneri vi giocheranno questa stagione. La forma del Racing non si discute, la vittoria a Tolone ha dimostrato che i bianco-azzurri sono in grado di fare il colpaccio e partono decisamente favoriti.

Scrito da Unknown Il 3/29/2013 09:32:00 AM Nessun commento Continua a leggere

giovedì 28 marzo 2013


Il week end pasquale ci offre alcuni scontri importanti per delineare le gerarchie del Superugby ad un terzo di stagione. Chiefs e Brumbies hanno modo di porre il proprio stampo sui rispettivi gironi nazionali, mentre per l'equilibrato girone sudafricano gli Stormers e le Cheetahs hanno modo di mantenersi in contatto con la capolista Sharks, che gode di un turno di riposo.

Veniamo alle singole gare, come al solito in grassetto i miei, fallibilissimi, pronostici, ☞ indica le partite da guardare

Venerdì 29
Highlanders - Reds (Forsyth Barr Stadium, Dunedin - NZ) 19:35 (7:35): gli Highlanders devono assolutamente tornare alla vittoria ed hanno la possibilità di farlo contro i Reds. La squadra del Queensland si presenterà infatti priva di ben cinque uomini, tra i quali spicano le assenze di Ioane e di Feauai-Sautia, due armi offensive molto potenti.

Sabato 30
Hurricanes - Kings (Westpac Stadium, Wleeington - NZ) 16:35 (4:35): gli Hurricanes hanno avuto modo di riposare e di ricompattarsi dopo un inizio di stagione con alti e bassi, due sconfitte e due vittorie. I Kings dovranno dimostrare di non aver subito troppo il contraccolpo psicologico della partita di Christchurch. Gli Hurricanes dovrebbero avere la meglio.

Chiefs - Blues (Bay Park, Tauranga - NZ) 19:35 (7:35): partita molto interessante, i Blues sono ancora un cantiere aperto, un bel cantiere, ma pur sempre un'incompiuta nelle mani di Sir John Kirwan. I Chiefs sono apparsi un po' sotto tono contro gli Highlanders la settimana scorsa, ma partono comunque favoriti.

Brumbies - Bulls (Canberra Stadium, Canberra - AU) 19:40 (9:40): dopo aver perso l'imbattibilità a Città del Capo, i Brumbies tornano in Australia lasciandosi alle spalle un tour del Sud Africa tutto sommato positivo e si trovano di fronte un'altra squadra springbok. I Bulls hanno ben giocato contro i Reds, ma se vogliono battere i Brumbies devono segnare più punti.

Cheetahs - Rebels (Free State Stadium, Bloemfontein - SA) 17:05 (16:05): partita facile per le Cheetahs, dopo le tre vittorie consecutive che hanno concluso il loro tour una quarta vittoria è a portata di mano contro i Rebels privatesi di due dei loro migliori giocatori per incapacità della propria dirigenza.

Stormers - Crusaders (DHL Newlands Stadium, Città del Capo - SA) 19:10 (18:10): i Crusaders sono attesi alla prova in Sud Africa dopo le buone performance nei due turni casalinghi, alla già annunciata assenza di Dan Carter in congedo di paternità si aggiunge quella del capitano Kieran Read fuori per almeno un mese per un infortunio al piede rimediato contro i Kings. Il talento non manca certo alla squadra neozelandese, ma le troppe assenze potrebbero far comodo agli Stormers apparsi molto in forma contro i Brumbies.

Domenica 31
Waratahs - Force (Allianz Stadium, Sydney - AU) 16:05 (7:05): la vittoria sul filo di lana contro i Blues dovrebbe aver dato ai Tahs la consapevolezza della propria forza, i Western Force hanno già fatto lo sgambetto ai Reds e sono decisamente difficili da prevedere. Tahs favoriti, di misura.

Riposo: Sharks
Scrito da Unknown Il 3/28/2013 02:36:00 PM Nessun commento Continua a leggere

mercoledì 27 marzo 2013

Non si sta esagerando un po' troppo?

Partiamo dai fatti, come sono stati riportati: Kurtley Beale e Cooper Vuna si sono presi a pugni quando, dopo la gara persa in malo modo contro gli Sharks i giocatori stavano rientrando in Hotel dopo essere stati al bar a farsi un paio di birre. Gareth Delve, capitano dei Rebels, avrebbe detto a Beale di rimettersi la camicia e questo avrebbe scatenato la reazione violenta del compagno di squadra. Delve non avrebbe reagito, ma al suo posto si sarebbe intromesso Vuna.
La dirigenza dei Rebels, appresa la notizia ha messo i due su due voli per l'Australia in attesa di decisioni sul loro futuro. Entrambi sono sotto contratto con i wallabies e sarà quindi l'ARU a decidere del loro destino.
Come detto fin qui i fatti.
La decisione ha però assunto un aspetto pubblico con commenti e pareri piovuti da ogni dove: compagni di squadra, allenatori di altre squadre (Cheika dei Waratahs che auspica un ritorno a Sydney di Beale, Fittler coach dei Roosters in rugby league che non esclude un passaggio al rugby a 13) e via cantando con giornalisti, esperti, commentatori vari.
E qui che secondo me si esagera.
Terzo tempo in birreria, ci sta.
Umore di merda per una sconfitta, ci sta.
Uno o più giocatori un po' brilli, ci sta.
Un paio di cazzotti, ci stanno pure loro.
Ma poi bisognerebbe finirla, l'allenatore dovrebbe mostrare un po' di attributi. Chiamare subito l'indomani i due giocatori e il capitano nella sua stanza. Fargli una bella ramanzina, e via.
La reazione della dirigenza ha messo il fatto sulla bocca di tutti, ha messo entrambi i giocatori, e Beale soprattutto, sotto i riflettori ed ha così accentuato la gravità di un problema, di per se stesso non grave.
E la cosa peggiore è che per dimostrare di essere una squadra fatta di robot e non di esseri umani i Rebels, già in pessime condizioni, si sono privati di due giocatori da nazionale, dalle mie parti si dice tagliarsi le balle per far un dispetto alla moglie.


Scrito da Unknown Il 3/27/2013 03:50:00 PM Nessun commento Continua a leggere

I Crusaders si confermano alla seconda vittoria casalinga e i Brumbies perdono l'imbattibilità contro gli Stormers in un turno favorevole alle sudafricane.

Alcune gare hanno decisamente mantenuto le aspettative di gioco ed emozioni, altre invece sono state decisamente a senso unico.
Deludono ancora le due ultime arrivate del torneo, e se ci aggiungiamo anche i Western Force, arrivati nel torneo nel 2006 assieme alle Cheetas, si può tranquillamente dire che la vecchia guardia ha dato una bella lezione ai nuovi arrivati.

Sharks - Rebels 64 - 7: deprimente prova dei Melbourne Rebels, mai in partita a Durban e bistrattati dagli Sharks che si sono aggiudicati il punto bonus già nel primo tempo. La squadra australiana è apparsa di una categoria inferiore rispetto agli avversari in ogni parte del campo.

Crusaders - Kings 55 - 20: un po' diverso, seppure nella pesante sconfitta, lo spirito mostrato dai Kings, ultimi ad essere entrati nel torneo, ma, a differenza della squadra di Melbourne, nati da una lunga tradizione rugbistica. I Kings hanno preso un bel po' di sberle dai Crusaders, che sono tornati a brillare contro gli avversari sudafricani, ma hanno comunque mostrato tenacia  e spirito combattivo.

Veniamo alle note positive, le gare di Brisbane tra Reds e Bulls e di Città del Capo tra Stormers e Brumbies così come quella di Sydney tra i Waratahs ed i Blues hanno brillato, i margini sono stati minimi e fino all'ultimo tutte e tre le gare sarebbero potute finire diversamente.

Reds - Bulls 23 - 18: i Reds hanno decisamente approfittato del ritorno in campo di Horwill e Ioane, e di un Genia in grado di reggere più minuti e di portarsi sulle spalle parte dei propri compagni di squadra. Quade Cooper ha segnato una meta ed è stato determinante nella segnatura di Lance. Engelbrecht ha avuto la palla per segnare la meta che avrebbe dato la vittoria agli ospiti, che si sono schierati con 9 cambi rispetto ai titolari che erano scesi in campo a Christchurch.

Stormers - Brumbies 35 - 22: le squadre si sono affrontate a viso aperto, Bekker ha fatto la differenza per i padroni di casa, non solo per le due mete segnate, ma per i suoi costanti placcaggi che hanno fermato l'attacco ospite in diverse occasioni. Alla fine gli Stormers si sono aggiudicati il punto bonus per aver segnato quattro mete, ma i Brumbies, anche grazie ad un Lealiifano molto preciso dalla piazzola sono rimasti in contatto fino a quando hanno concesso l'ultima meta nel finale su intercetto di van den Heever.

Waratahs - Blues 30 - 27: In vantaggio per larghi tratti di gara, i Blues non sono riusciti a chiudere ed hanno concesso la rimonta ai Warathas. Eroe di giornata Bernard Foley: l'apertura ha segnato 15 punti, ma soprattutto ha messo a segno il piazzato decisivo nei momenti finali della gara.

Chiefs - Highlanders 19 - 7: nella prima partita della giornata, i Chiefs hanno battuto nettamente gli Highlanders al Waikato Stadium di Hamilton, grazie ancora a Nanai-Williams e ad Anscombe. Gli Highlanders sono ora in una situazione critica, unica squadra ancora a secco di vittorie.

Force - Cheetahs 10 - 19: le Cheetas hanno concluso il proprio miglior tour di Australia e Nuova Zelanda con la terza vittoria in altrettante gare imponendosi a Perth dopo che i padroni di casa avevano condotto per larghi tratti della gara. Riaan Smit e Willie Le Roux autori nel finale della rimonta per gli ospiti.



Classifica Girone Australia:
Posto Squadra V N P R BO BD Punti
1 Brumbies 4 0 1 1 3 0 23
2 Reds 4 0 2 0 0 1 17
3 Waratahs 2 0 3 1 0 1 13
4 Force 1 0 4 1 0 1 9
5 Rebels 1 0 4 1 0 1 9

Classifica Girone Nuova Zelanda:
Posto Squadra V N P R BO BD Punti
1 Chiefs 4 0 1 0 4 1 21
2 Crusaders 2 0 2 1 3 1 16
3 Blues 2 0 2 1 3 1 16
4 Hurricanes 2 0 2 0 0 1 13
5 Highlanders 0 0 4 1 0 1 5

Classifica Girone Sud Africa:
Posto Squadra V N P R BO BD Punti
1 Sharks 4 0 1 0 1 0 17
2 Bulls 3 0 2 0 1 1 14
3 Stormers 2 0 2 1 1 1 14
4 Cheetahs 3 0 2 0 0 1 13
5 Kings 1 0 3 1 0 0 8

Legenda: 4 punti per la vittoria, 2 per il pareggio, R = riposo (= 4 punti), BO = bonus offensivo  (1 punto), BD = bonus difensivo (1 punto), in grassetto le squadre qualificate ai play-off (prime di ogni girone nazionale, più le migliori tre)
Scrito da Unknown Il 3/27/2013 03:12:00 PM Nessun commento Continua a leggere

lunedì 25 marzo 2013

Al Biarritz riesce il colpaccio contro il Clermont grazie ad una gara concreta ed un finale micidiale

La partita si anima nel finale e vede il Biarritz trionfare nonostante la rimonta finale del Clermont. Partiamo dalla fine, quando al 35' con una splendida azione personale Baby percorre metà campo e va a schiacciare in meta saltando i difensori ospiti come birilli. Yachvili mantiene la calma e segna la trasformazione che porta i baschi avanti di un punto.
Nel primo tempo le squadre si sono equivalse, con il Biarritz sempre in avanti grazie ad una meta del proprio tallonatore Heguy in meta sugli sviluppi di una touch ed al preciso Yachvili, sei su otto dalla piazzola e due su due le trasformazioni al termine della gara. Il Clermont ha mantenuto le distanze grazie ad uno Skrela in gran forma, autore di tutti i punti dei canarini nel primo tempo, due piazzati, una meta ed una trasformazione.
Purtroppo per gli ospiti il veterano mediano d'apertura è stato costretto ad uscire alla mezz'ora per uno strappo alla coscia.
Nel secondo tempo il Clermont sembra giocare al gatto con il topo, mantenendo il controllo della gara per gran parte del tempo e realizzando la rimonta nel finale: prima Brock James, che aveva degnamente sostituito Skrela e poi il pilone di riserva Zirakashvili vanno in meta. Ma James non è preciso come Yachvili e sbaglia una delle due trasformazioni, errore che si va ad aggiungere ad altri due errori dalla piazzola in precedenza.
Con sei punti di vantaggio e cinque minuti da giocare il Clermont non riesce a resistere ai padroni di casa, che come detto vanno in meta con Baby e poi chiudono con il sesto piazzato di Yachvili guadagnato dalla mischia basca che approfitta della superiorità numerica per un giallo affibiato da Pechambert a Ti'i Paulo.
Alla fine festa per i tifosi di casa per una vittoria strappata con i denti ad un avversario apparso per larghi tratti di gara superiore, ma inspiegabilmente non in grado di resistere nel momento in cui contava di più.
La sconfitta per i canarini deve essere un campanello d'allarme per i play off prossimi venturi, soprattutto se non riusciranno a mantenere il vantaggio sullo Stade Toulousain, unica delle tre di testa ad aver vinto in questo turno.


Scrito da Unknown Il 3/25/2013 09:16:00 PM Nessun commento Continua a leggere

I Saracens sconfiggono gli Harlequins ed il Leicester si porta al secondo posto


Lo scontro al vertice tra  Saracens ed Harlequins ha visto la netta vittoria dei primi che ora sono quasi certi di giocare la semifinale in casa, con la sconfitta gli Harlequins vengono sorpassati in classifica dal Leicester, vittorioso ad Exeter.
I Saints si impongono di misura a Londra sugli Wasps e si portano a quattro punti di vantaggio sul Gloucester, anch'esso vittorioso di misura contro i London Welsh.

Sale - Bath 14 - 13: vittoria importantissima per il Sale grazie ad una meta di Tom Brady a sette minuti dal termine.

London Irish - Worcester 26 - 6: vittoria importantissima per gli esuli irlandesi che ora con cinque punti di vantaggio sul Sale a quattro giornate dalla fine possono tirare un sospiro di sollievo. Gara iniziata subito in discesa per gli Irish, che sono andati in meta due volte nei primi 20 minuti e non si sono più guardati indietro. Worcester sul tabellone solo su calci piazzati.

Gloucester - London Welsh 15 - 14: nulla da fare per i generosi esuli gallesi che non riescono nell'impresa di conquistare la vittoria a Gloucester. Freddie Burns segna tutti e quindici i punti per i Cherry and White che rimangono così in corsa per i play-off.

London Wasps - Northampton 24 - 26: le due squadre sono separate da soli 3 punti e questo scontro diretto è fondamentale per la qualificazione ai play off. La velocità delle ali londinesi dovrebbe dare loro il vantaggio.

Exeter - Leicester 9 - 12: partita decisa dai calciatori, Toby Flodd quattro volte a segno su quattro tentativi per le Tigri, Gareth Steenson tre per i Chiefs, che ha sbagliato un piazzato che avrebbe potuto pareggiare l'incontro.

Saracens - Harlequins 27 - 12: Will Fraser e Schalk Brits sono stati gli eroi di giornata assieme ad Owen Farrell, autore di cinque piazzati ed ispiratore della meta di Fraser con un calcetto a tagliare la difesa ospite. Quins mai pericolosi e capaci solo di andare a punti da calci piazzati, Nick Evans quattro volte a segno.


La classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Saracens63141341
2Leicester58121544
3Harlequins55120643
4Northampton54120642
5Gloucester50101717
6London Wasps4790947
7Bath4381927
8Exeter4281935
9Worcester32511237
10London Irish28601213
11Sale Shark23501303
12London Welsh17*401407


* London Welsh penalizzati di 5 punti
Scrito da Unknown Il 3/25/2013 01:03:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Cambio al vertice con il Leinster vittorioso sul Glasgow e nuovo capolista, sconfitto l'Ulster ad Edimburgo, vittoria per Treviso.

La rincorsa del Leinster alla prima posizione riesce grazie all vittoria 22-17 sul Glasgow ed alla contemporanea sconfitta dell'Ulster contro l'Edimburgo, ora gli irlandesi sono primi con un punto di vantaggio sulle due inseguitrici.
La lotta per il quarto posto vede gli Ospreys superare gli Scarlets grazie al bonus ottenuto contro i Dragons, entrambe le formazioni sono ora a 54 punti, ma i campioni in carica godono di una migliore differenza punti.
Vittorioso il Treviso contro i Blues ed ora più solidamente al settimo posto.

Zebre – Scarlets 10 - 24: due mete per parte, ma la differenza la fa il piede di Owen Williams, autore di 14 punti per gli ospiti con quattro piazzati ed una trasformazione. In meta Liam Williams e Joe Snyman per gli ospiti, Giovanbattista Venditti ed il sudafricano Dries Van Schalkwyk per le Zebre, purtroppo ancora a secco di vittorie.

Ospreys – Newport Gwent 52 - 19: ben sette mete al Liberty Stadium per i campioni in cariaca che mostrano un Kahn Fotuali'i in gran forma, autore di una meta personale e coinvolto in tre delle altre segnature. Per i Dragon a segno Dan Evans e Toby Faletau

Edimburgo – Ulster 14 - 8: inizia nel migliore dei modi il regno degli allenatori ad interim Stevie Scott e
Duncan Hodge per l'Edimburgo che interrompe la striscia di 11 sconfitte consecutive nelle varie competizioni con il prestigioso scalpo dell'Ulster. Oltre al debutto in panchina, notevole anche quello del mediano di mischia Sean Kennedy. Per l'Ulster si può parlare di crisi, i nord irlandesi sono riusciti a vincere solo uno degli ultimi cinque incontri.

Munster – Connacht 22 - 0: ritorno in campo perfetto per Paul O'Connell che va in meta e contribuisce in maniera determinante alla facile vittoria del Munster contro uno spento Connacht.

Benetton Treviso – Cardiff Blues 26 - 17: meritata vittoria dei Leoni grazie a 16 punti dell'apertura Di Bernardo e due mete, una tecnica ed una del rientrante azzurro Ale Zanni. Unico aspetto negativo della partita l'orribile maglia arancione indossata dal Treviso.

Leinster – Glasgow Warriors  22 - 17: Ian Madigan, mediano d'apertura del Leinster ha segnato tutti e 22 i punti degli irlandesi, una meta, una trasformazione e cinque piazzati ed ha permesso così al Leinster di rimontare nel finale gli scozzesi, che avevano chiuso il primo tempo in vantaggio 17 - 12. Entrambe le squadre hanno cercato il gioco offensivo e si sono affrontate a viso aperto ed hanno cercato, quando possibile la meta invece dei facili tre punti.


Classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Leinster63140470
2Glasgow62130573
3Ulster62131453
4Ospreys54121522
5Scarlets54120633
6Munster47101732
7Treviso3981932
8Cardiff33701114
9Connacht32701113
10Edimburgo28501317
11Newport Gwent23501312
12Zebre8001817
Scrito da Unknown Il 3/25/2013 11:33:00 AM Nessun commento Continua a leggere

sabato 23 marzo 2013

I Chiefs vincono una gara brutta dove gli Highlinders non hanno saputo mettere a frutto il maggior possesso di palla di cui hanno goduto nel primo tempo.
Entrambe le squadre sono apparse stanche ed a tratti estremamente confusionarie, lo spettacolo ha lasciato un po' a desiderare.
Mentre i Chiefs non sbagliano niente nei primi dieci minuti, Colin Slate per gli Highlanders sbaglia i primi due calci, uno si stampa sul palo, uno invece è corto. Garreth Anscombe invece no. Sbaglia al terzo il suo primo piazzato e soprattutto Tim Nanai Williams segna una bellissima metà con un corsa solitaria di 50 metri recuperando un pallone perso dagli Highlanders in placcaggio.
Elliot Dixon suona per due volte la carica per gli uomini del sud, ma la difesa dei Chiefs resiste tenacemente sulla linea per due lunghi spezzoni di gioco, prima che gli Highlanders perdano il pallone e si ricominci entrambe le volte con una mischia ai 5 metri. Sulla seconda di esse Aaron Smith va finalmente in metà per gli Highlanders, che capitalizzano il possesso, nonostante la mischia sia viziata da una vistosa trattenuta. Slade non sbaglia la trasformazione per il 10 - 7 al 20'.
L'inerzia della gara cambia subito dopo quando Jarrad Hoeata commette un placcaggio alto su Aaron Cruden e viene mandato giustamente a riflettere per dieci minuti sulla propria azione. Anscombe, che ha saputo mantenere l'ottima forma di ITM Cup anche in Superugby, mette subito tre punti sul tabellone ed aumenta il vantaggio dei Chiefs a sei punti. Ma per il resto del periodo in superiorità numerica e del tempo, i Chiefs non riescono a rifarsi vivi sul tabellone e gli Highlanders ringraziano e così il primo tempo si chiude sul 13 - 7.
Aad inizio ripresa Slade e due volte Anscombe avrebbero la poassibilità di andare ancora a punti ma entrambi sbagliano dalla piazzola, il primo da posizione favorevole, il secondo da molto lontano.
I Chiefs vanno vicini alla metà al 56' con Andrew Horrell ma il pallone supera la linea bianca quando il giocatore ne aveva ormai perso il controllo.
Anscombe non può sbagliare pochi minuti dopo un piazzato di fronte ai pali per i primi punti del secondo tempo.
L'estremo si ripete al 68' su un piazzato guadagnato dalla mischia dei Chiefs e porta così i padroni di casa a dodici punti di vantaggio sugli ospiti.
Dopodiché solo azioni confusionarie da una parte e dall'altra con entrambe le difese stile groviera e gli attacchi non in grado di concludere.
Al 79' un altro errore di Anscombe dalla piazzola prima che la gara si concluda sugli ultimi disperati attacchi degli ospiti alla ricerca della metà che avrebbe dato loro il bonus difensivo.
Scrito da Unknown Il 3/23/2013 03:01:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Giornata molto interessante in Premiership, con lo scontro al vertice tra  Saracens ed Harlequins e la sfida a Londra tra Wasps e Northampton. Il Leicester va a far visita all'Exeter ed in caso di vittoria e di contemporanea vittoria dei Saracens potrebbe conquistare il secondo posto.
La vittoria del Sale contro il Bath è un passo fondamentale per la salvezza e mette i simpatici London Welsh in posizione davvero critica, soprattutto se il loro ricorso contro la penalizzazione di 5 punti non venisse accettato.

Veniamo alle singole gare, come al solito in grassetto i miei, fallibilissimi, pronostici, ☞ indica le partite da guardare

Venerdì 22:

Sale - Bath 14 - 13: in condizioni climatiche terribili, nevicata e vento molto forte, il Bath segna una meta di potenza a metà del secondo tempo grazie a Banaham e realizzata da Agulla, per i padroni di casa, Macleod segna tre piazzati, ma a venti minuti dalla fine, sul 9 - 10, sbaglia l'opportunità di riportare gli Sharks in vantaggio. Un'altra occasione, a 14 minuti dalla fine, da posizione più favorevole, viene calciata in touch, ma un'ostruzione vanifica gli sforzi degli Sharks. I cambi assicurano forze fresche alla prima linea degli Sharks che riescono a rompere finalmente le maglie della difesa ospite e vanno in meta con Tom Brady sulla destra, Macleod sbaglia il calcio di trasformazione ed il risultato si fissa sul 14 - 10 a sette minuti dalla fine. Bath ha ancora un piazzato a disposizione che Tom Heathcote non sbaglia e si riporta ad un punto. Nei frenetici minuti finali il Sale riesce a mantenere il minimo vantaggio e si assicura così un'importantissima vittoria che vuol quasi dire salvezza.

Sabato 23:

London Irish - Worcester (15:00): partita fondamentale per gli esuli irlandesi per levarsi definitivamente dalla zona retrocessione contro l'avversario meno temibile tra le squadre meglio piazzate in classifica.

Gloucester - London Welsh (15:00): in attesa di notizie dalla RFU gli esuli gallesi vanno a far visita ad una delle squadre in lotta per il quarto posto. Per tutta la simpatia che possono suscitare i Welsh fuori dal campo, i cherry and white non potranno certo averne in campo.

☞ London Wasps - Northampton (15:15): le due squadre sono separate da soli 3 punti e questo scontro diretto è fondamentale per la qualificazione ai play off. La velocità delle ali londinesi dovrebbe dare loro il vantaggio.

☞ Exeter - Leicester (17:00): la vittoria 27-16 contro gli Harlequins ha sicuramente dato fiducia ai Chiefs e la possibilità di ripetere l'impresa contro le Tigers galvanizza l'ambiente. Bisogna tenere però conto che il ritorno dagli impegni del sei nazioni restituisce al Leicester i giocatori in grado di fare le differenza.

Domenica 24:

☞ Saracens - Harlequins (14:00): in caso di vittoria i Saracens si assicurerebbero virtualmente il primo posto finale in classifica e con esso eviterebbero una semifinale contro il sempre temibile Leicester. Entrambe le squadre avranno nuovamente a disposizione gli internazionali reduci dalla sconfitta di Cardiff. Partita decisamente da vedere. Pronostico aperto, a mio parere i Quins leggermente favoriti.


La classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Saracens59131341
2Harlequins55120543
3Leicester54111544
4Northampton49110632
5Gloucester4691717
6London Wasps4690846
7Bath4881927
8Exeter4181834
9Worcester32511137
10London Irish24501213
11Sale Shark23501303
12London Welsh17*401306


* London Welsh penalizzati di 5 punti
Scrito da Unknown Il 3/23/2013 09:06:00 AM Nessun commento Continua a leggere

venerdì 22 marzo 2013

La marcia che sembrava trionfale dell'Ulster si è un po' fermata nel campionato celtico, non solo il Glasgow è ora primo in classifica, ma il Leinster si è fatto sotto a soli due punti.
E proprio quest'ultime si affronteranno sabato a Dublino, in un turno favorevole all'Ulster, che va a far visita all'altra scozzese del torneo, l'Edimburgo terzultimo.
La lotta per il quarto ed ultimo posto per i play-off sembra una lotta tra le due gallesi Ospreys e Scarlets, con in campioni in carica ad un punto dalla squadra di Llanelli.
La diciottesima giornata vede gli Scarlets far visita alle Zebre, che dopo il disastroso inizio stanno iniziando a trovare gioco e forma, ma che rimangono comunque a zero vittorie in fondo alla classifica. Anche gli Ospreys affrontano un'avversaria abbordabile, gli Scarlets.
Il Munster avrà una possibilità di riavvicinarsi alle gallesi, se riuscirà a riuscire indenne dalle partite contro Glasgow e Leinster nei prossimi due turni, per poi sfruttare un finale di campionato decisamente favorevole, con Scarlets e Zebre. Compito primario però, superare il Connacht sabato al Musgrave Park.
L'ultima gara in programma vede i Leoni a Monigo contro il Cardiff, in una gara abbordabile tra due squadre a pari numero di vittorie.

Veniamo alle singole gare, come al solito in grassetto i miei, fallibilissimi, pronostici, ☞ indica le partite da guardare


Venerdì 22
Zebre – Scarlets (Stadio XXV Aprile, Parma IT) 19:00: le Zebre sono decisamente sulla strada giusta per far bene e finalmente schiodarsi dallo zero nella casella vittorie, purtroppo per loro gli Scarlets appaiono troppo forti, unica speranza, i gallesi ancora in festa dopo il successo nel sei nazioni.
Ospreys – Newport Gwent (Dragons Liberty Stadium, Swansea GA) 19:05: partita assolutamente da vincere per gli Ospreys, poche chances per i Dragons a Swansea.
Edimburgo – Ulster (Murrayfield, Edimburgo SC) 19:30: ad Edimburgo l'Ulster deve trovare la vittoria ad ogni costo per mantenere il vantaggio in classifica.
Sabato 23
Munster – Connacht (Musgrave Park, Cork IR) 17:45: in casa propria il Munster è sempre una bestia difficile da domare, il Connacht non appare in grado di impensierirlo.
☞ Benetton Treviso – Cardiff Blues (Stadio Comunale di Monigo, Treviso IT) 19:30: i trevigiani sono ultimamente in gran forma, il pareggio di Belfast in casa dell'Ulster è stato sicuramente un bel risultato, ora i biancoverdi devono proseguire sulla stessa strada. Partita dura per entrambe, il mio pronostico è un po' da tifoso, lo ammetto.
Leinster – Glasgow Warriors (Royal Dublin Society, Dublino IR) 19:45: una delle partite più attese, entrambe le squadre hanno contribuito in maniera massiccia alle proprie nazionali per il sei nazioni, vedremo chi avrà più riserve a disposizioni in questo duello fondamentale per la classifica finale.



Classifica:

PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Glasgow61130472
2Ulster61131352
3Leinster59130470
4Scarlets50110633
5Ospreys49111512
6Munster4391732
7Treviso3571932
8Cardiff33701014
9Connacht32701013
10Edimburgo24401317
11Newport Gwent23501212
12Zebre8001717
Scrito da Unknown Il 3/22/2013 09:05:00 PM Nessun commento Continua a leggere
Dopo la giostra del sei nazioni, che alla Francia ha lasciato più dispiaceri ed infortunati che gioie, riprende il campionato, comunque zoppo ed in attesa del prossimo stop per i quarti delle coppe europee.
La lotta per i due posti al vertice sembra ormai cosa fatta, con Toulon e Clermont con rispettivamente 12 e 10 punti di vantaggio sulla seconda, lo Stade Toulousain. Mentre la lotta per gli altri tre posti per i play off sembra una corsa a quattro.


Entrambe le prime della classe in trasferta in terra basca, con il Clermont a Biarritz ed il Toulon a Bayonne.
Per la salvezza Agen e UBB sono staccate di 4 punti e tutto può ancora accadere, questo turno è decisamente favorevole ai girondini che giocano in casa contro il Mont-de-Marsanne mentre l'Agen va a far visita al Castres, il quale deve assolutamente vincere per non rischiare in zona play-off.
Il Grenoble si gioca forse le ultime possibilità di riaggangiarsi al treno play-off, nella gara casalinga contro il Montpellier.
Racing Métro - Perpignan è essere l'incontro clou della giornata e vede di fronte due delle formazioni più in forma del campionato.

Come al solito in grassetto i miei pronostici, ☞ indica le partite da guardare

Sabato 23:

Aviron Bayonnais - Rugby Club Toulonnais (15:00): l'allenatore dei canottieri, Christian Lanta, che ha una faccia da simpatico barista di campagna, ha detto che non cerca vendetta  per la partita d'andata, ma che comunque i suoi giocatori sono in grado di battere il Toulon. Staremo a vedere

☞ Racing Métro 92 - USAP (17:00): il Racing in serie positiva durante tutto il girone di ritorno, non perde in campionato dal 22 Dicembre, quando perse a Clermont. Tra le otto vittorie consecutive spicca il successo sul campo del Toulon. Il Perpignan è invece in serie positiva da "solo" quattro giornate, e nella sua serie di successi spicca la vittoria esterna a Tolosa. Una delle due dovrà interrompere la serie di vittorie, penso saranno i catalani.

Union Bordeaux-Bègles - Mont-de-Marsan (18:45): il volenteroso Mont-de-Marsan è in grado di impensierire l'UBB, la quale rimane comunque favorita in virtù del buon momento di cui sta godendo.

Castres Olympique - SU Agen (18:45): le sconfitte contro l'Aviron ed il Bordeaux-Bègles hanno dato un colpo fatale alle speranze dell'Agen di rimanere nella massima serie, i punti di distacco dai girondini sono solo 4, ma moralmente pesano come macigni, ed il campo del Castres non è facile terreno di conquista.

☞ Grenoble - Montpellier Hérault Rugby (18:45): in serie negativa da tre giornate, dopo aver perso l'imbattibilità storica casalinga, la matricola Grenoble ha forse, giustamente, abbandonato i sogni di play-off. La gara contro il Montpellier, in piena corsa per uno dei tre posti ancora in palio, sarà un banco di prova importante per testare la forza di volontà dei rossoblù.

Biarritz Olympique - ASM Clermont (20:50): il Biarritz è reduce da una bastonata a Toulon, 50 - 15, vorrà certo rifarsi, ma ha la sfortuna di trovarsi di fronte quella che secondo me è la squadra più forte, il Clermont.

Domenica 24:

Stade Toulousain - Stade Français (21:00): gara tra le deluse del campionato: lo Stade Toulousain è alla ricerca di se stesso, dopo alcune prove decisamente sotto tono gli uomini di Guy Novés devono ritrovare la coesione e la fluidità di gioco della stagione passata. Anche le prestazioni dello Stade Françias sono molto altalenanti e le speranze di play off sembrano oramai lontane.



La classifica:
PostoSquadraPuntiVNPBOBD
1Toulon76160593
2Clermont74160564
3Toulouse64140753
4Castres58121835
5Racing Métro 9258130815
6Perpignan55120925
7Montpellier55120943
8Grenoble481101013
9Stade Français461011022
10Biarritz43911114
11Aviron Bayonnais41811216
12Bordeaux-Bègles31501629
13Agen27501607
14Mont-de-Marsan15201916

Scrito da Unknown Il 3/22/2013 06:46:00 PM Nessun commento Continua a leggere

Il risultato dell'appello dei London Welsh ancora incerto

La RFU non ha ancora annunciato il risultato del riesame della decisione che ha privato gli esuli gallesi di 5 punti in classifica ed inflitto loro una multa di 15 mila sterline per aver schierato in 10 partite un giocatore ineleggibile.
L'appello dei Welsh ruota intorno al fatto che la truffa sulla nazionalità del mediano di mischia Tyson Keats venne organizzata dall'ex-team manager Mike Scott ad insaputa del resto della dirigenza del club.
Il fatto che siano stati proprio i dirigenti della squadra londinese a denunciare il fatto alla federazione gioca a loro favore.
Scrito da Unknown Il 3/22/2013 10:25:00 AM Nessun commento Continua a leggere

Il mediano di mischia australiano ha annunciato che lascerà il Toulouse a fine anno per tornare in Australia.

La notizia ha subito scatenato il rugbymercato, quale squadra si aggiudicherà i servigi di Burgess?  Prima di emigrare in Francia nel 2011 Luke giocò nei Brumbies, solo due presenze tra il 2003 ed il 2007 e nei Waratahs dal 2007 in poi, collezionando 54 presenze e guadagnandosi anche la maglia della nazionale. Maglia alla quale potrà aspirare di nuovo, una volta tornato sotto contratto in Australia.
La più probabile soluzione per Burgess dovrebbe essere quella di accasarsi ai Rebels, che hanno appena annunciato il passaggio di Nick Phipps ai Waratahs. I Rebels infatti non solo necessitano di un numero 9 d'esperienza e talento, ma hanno anche i mezzi finanziari necessari ad aggiudicarsi Burgess.
Vedremo chi andrà a Tolosa a far coppia con Jean-Marc Doussain, le casse delle squadre di Top14 sono sempre piene, staremo a vedere.
Burgess in azione contro l'Edimburgo nel quarto di finale di Heineken Cup del 2012 - Foto Getty

Scrito da Unknown Il 3/22/2013 10:17:00 AM Nessun commento Continua a leggere
La sesta giornata del campionato dell'emisfero sud vede diversi scontri incrociati tra squadre del Sud Africa e dell'Australia, con Rebels e Brumbies impegnati in casa degli Sharks e degli Stormers rispettivamente, e le Cheetahs a far visita ai Western Force nel loro primo incontro casalingo e i Bulls a Brisbane contro i Reds. La quinta squadra sudafricana, i neoarrivati Kings invece saranno a Christchurch a vedersela con i ritrovati Crusaders.

Il programma completo, tra parentesi la sede, orario in ora locale e tra parentesi secondo il fuso orario italiano, pronostico in grassetto, ☞ indica le partite da guardare

Venerdì 22
Chiefs - Highlanders (Waikato Stadium - Hamilton, NZ) 19:35 (7:35): primo "ritorno" della stagione, l'andata al secondo turno finì 27 - 41 in casa degli Highlanders, non mi aspetto un esito diverso da questa gara, i Chiefs sono molto forti anche quest'annoe gli Highlanders, nonostante le buone premesse, sono condizionati dai molti infortuni.

Sabato 23
Crusaders - Kings (AMI Stadium - Christchurc, NZ) 19:35 (7:35): dopo l'impressionante vittoria con 6 mete contro i Bulls, i Crusaders dovrebbero regolare i nuovi arrivati del Superugby in scioltezza. Zac Guildford torna in panchina ed i Kings devono fare a meno di due dei loro argentini, Tomas Leonardi e Virgile Lacombe, per adeguarsi alle regole della SARU riguardo ai giocatori stranieri. Infatti la federazione sudafricana non permette più di due stranieri, ma i Kings consideravano Leonardi e Lacombe naturalizzati, in quanto hanno partecipato alla Vodacom Cup nei Pampas. Al loro posto sono stati chiamati Edgar Marutlulle e Devin Oosthuizen che arriveranno in Nuova Zelanda Venerdì mattina.

Reds - Bulls (Suncorp Stadium - Brisbane, AU) 18:40 (9:40): entrambe le squadre sono chiamate a riscattarsi, i Reds devono ritrovare la continuità delle prime gare della stagione ed il ritorno dal lungo infortunio del capitano James Slipper e quello del veloce Digby Ioane dopo il turno in "punizione" dovrebbe aiutare gli uomini del dimissionario McKenzie a tornare al successo. I Bulls rischiano di perdere ancora se non saranno in grado di fermare gli attacchi veloci al centro della loro difesa, come ne furono capaci ad Auckland,.

Force - Cheetahs (nib Stadium - Perth) 18:40 (11:40): le Cheetas, dopo la vittoria sudata contro i Waratahs, sono alla ricerca del terzo successo consecutivo lontano dal Sud Africa, un'impresa non semplice. Dall'altro lato i Western Force giocano la loro prima gara interna e vorranno confermarsi dopo la prima vittoria stagionale a Brisbane. Per i Force tornano in campo il capitano Matt Hodgson e la seconda linea Sam Wykes.

Sharks - Rebels (Mr Price Kings Park - Durban, SA) 17:05 (16:05): gli Sharks hanno perso l'imbattibilità contro i Brumbies e cercheranno di rifarsi contro i Rebels, mai vittoriosi in Africa. Per la squadra di Melbourne tornano in campo dopo i rispettivi infortuni il capitano Gareth Delve e Cooper Vuna, ma se non vorranno uscire con le ossa rotte i Rebels dovranno migliorare in difesa.

☞ Stormers - Brumbies (DHL Newlands Stadium - Città del Capo) 19:10 (18:10): prova del nove per i Brumbies contro gli Stormers che hanno avuto modo di riposare la settimana scorsa. Una vittoria darebbe alla squadra di Camberra una spinta decisiva per la stagione.

Domenica 24
Waratahs - Blues (Allianz Stadium - Sydney) 16:05 (6:05): alla prima uscita fuori dalla Nuova Zelanda gli uomini di Sir John Kirwan si trovano di fronte una squadra abbordabile, ancora priva di Berrick Barnes, il cui ritorno è durato un tempo e che sarà fuori per altre sei settimane.

Riposo: Hurricanes
Scrito da Unknown Il 3/22/2013 09:54:00 AM Nessun commento Continua a leggere

giovedì 21 marzo 2013


In un articolo sul "The Age" Ewan McKenzie parla del proprio futuro a due giorni dalla conferenza stampa dove ha annunciato che lascerà al guida dei Queensland Reds alla fine dalla stagione di Super Rugby.
Dalla su conferenza stampa si sono susseguite diverse voci sulla prossima tappa della carriera dell'allenatore e con le proprie parole McKenzie ha provato a fare un po' di chiarezza. Innanzitutto ha scritto che la propria decisione di annunciare il ritiro è stata dettata solo ed esclusivamente dalla necessità di fare chiarezza nell'ambiente dei Reds: il passaggio di consegne a Richard Graham è già in programma, quindi mancava solo un orizzonte temporale per tale cambio al vertice.
L'aver sciolto ogni dubbio sul quando il cambio avverrà, darà, secondo McKenzie, la possibilità al resto dell'organico dei Reds di pianificare il proprio futuro.
Ewn McKenzie - foto Getty
Ovviamente la domanda che tutti si sono fatti, io compreso, è se McKenzie aspiri o meno a diventare il prossimo allenatore dei wallabies. Nel proprio articolo l'allenatore lo ha chiaramente detto, ma ha anche detto che finché non sarà ufficialmente vacante, non ha alcuna pretesa né per quella panchina né per  quella dell'Irlanda alla quale è stato accostato dopo la sconfitta dei verdi contro l'Italia nell'ultima giornata del sei nazioni. Nel frattempo valuterà le sue prospettive, ma rimane fermamente deciso ad allenare in campo internazionle.
McKenzie ha comunque scritto che, dovesse liberarsi, si candiderà alla panchina dell'Australia, come fece 6 anni fa.
A parte le parole pesate, non oso pensare a quante volte lui ed il suo ghost writer avranno rivisto ogni singola sillaba, il messaggio all'ARU è chiaro, "quando il contratto di Robbie Deans scadrà, McKenzie si candiderà, ma se nel frattempo si presentasse l'occasione giusta, non starà ad aspettare".
A mio parere Deans è praticamente spacciato, non è amato da molta parte della stampa e dell'entourage del rugby australiano, il tour dei Lions o il Championship rischiano di essere la sua ultima tappa, anche prima della fine del suo contratto con l'Australia, se non sarà in grado di vincere e convincere, molti chiederanno la sua testa. Ora l'ARU non può mettere sotto contratto McKenzie prima che il contratto di Deans finisca, ma se non vuole che quello che secondo molti è il predestinato per la panchina dei wallabies si accasi presso un'altra nazionale, deve agire presto per assicurarsene i servigi e non rimanere in un'imbarazzante situazione di stallo.
Scrito da Unknown Il 3/21/2013 09:31:00 AM Nessun commento Continua a leggere
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog