domenica 17 marzo 2013

L'Italia chiude il sei nazioni 2013 con una meritata vittoria contro una spenta Irlanda nel giorno dell'addio del Barone

Alla fine della gara il tutto esaurito dell'Olimpico ha visto gli azzurri uscire vittoriosi dopo una gara ben condotta, tatticamente e tecnicamente. Gara che ha visto l'addio al rugby internazionale certo di Lo Cicero e probabile di Brian O'Driscoll, tour dei Lions a parte.
L'Irlanda è andata a segno per prima con un piazzato di Paddy Jackson, il giovane talento non è ancora parso completamente a suo agio sulla ribalta internazionale.
L'Italia ha preso il controllo della partita dal 10' minuto: la touch azzurra ha funzionato benissimo grazie a Zanni e Parisse, e ha spinto l'Italia fino a conquistare il piazzato che ha concesso al torero di riportare il risultato in parità.
Gli irlandesi hanno iniziato a sprecare palloni calciando via il possesso troppo presto e commettendo falli inutili, prontamente puniti dal reverendo di campagna Barnes.
Tra il ventesimo e la mezz'ora di gioco il peggior momento per gli irlandesi che perdono 3 backs: la sorte coglie prima Earls e poi Marshall, entrambi costretti ad uscire dal campo infortunati, la stupidità invece è la causa del cartellino giallo a Brian O'Driscoll: in un raro momento di scarsa lucidità, il grande centro irlandese infatti rifila un paio di pestoni in maul che costano 10 minuti e 3 punti con un piazzato da centrocampo di Gonzalo Garcia. Gli irlandesi chiudono sul 9 - 6 con un piazzato a tempo scaduto di Jackson.
Il torero calcia uno dei piazzati - foto Reuters
Ad inizio ripresa l'Italia si presenta ben determinata a chiudere la gara. Già al 2' avrebbe la possibilità di andare in meta, ma sulla touch provocata da un errore in ricezione di Kearney, gli azzurri commettono ostruzione permettendo così agli irlandesi di liberare.
Poco male, la meta arriva all'8 dopo un periodo di pressione costante è la possente ala Giamba Venditti a schiacciare in meta, la trasformazione di Orquera porta il risultato sul 16 - 6.
A questo punto l'Italia commette, o prova a commettere, harakiri. Capitan Parisse all'11' si guadagna un meritato giallo per uno sgambetto. L'Irlanda va subito a capitalizzare avvicinandosi agli azzurri con tre piazzati arrivando fino ad un solo punto di distanza.
Ma la panchina italiana rimette la partita sui binari giusti per gli azzurri, soprattutto la mischia guadagna punizioni su punizioni, rossomalpelo Garcia ne sbaglia un'altra da centrocampo, ma il torero Orquera ne segna due che permettono all'Italia di chiudere in scioltezza, sfruttando anche gli ultimi dieci minuti in superiorità prima per un giallo a Donnacha Ryan e poi per uno a Conor Murray non appena Ryan era rientrato.
Pubblico in delirio per la vittoria, anche se a dire il vero, aveva già iniziato l'odiosa hola, uno delle poche cose venute Messico di cui faremmo volentieri a meno.
Una nota per il regista. Piantala! Va bene torturarci con super slo motion ad ogni più sospinto, mancando di far rivedere le azioni decisive per preferirvi una ciocca di capelli mossa dal contatto o un giocatore che è caduto a terra dieci minuti prima, ma il replay della bava di Parisse, non vogliamo più vederlo! O si cambia regista, o gli si toglie il super slo motion. Peggio di un bambino a cui hanno regalato l'i-phone!
Tabellino

Italy Irland
Mete Giovambattista Venditti 48'
Transformazioni Luciano Orquera 1/1
Calci Piazzati Luciano Orquera 4/5
Gonzalo Garcia 1/2
Paddy Jackson 5/6
Scrito da Diego Ghirardi Il 3/17/2013 05:52:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog