domenica 10 marzo 2013

Il Galles si impone anche ad Edimburgo e mantiene in vita il sogno di ripetersi nel 6 Nazioni

Nella partita con il maggior numero di piazzati nella storia del 6 Nazioni, 13, contro il precedente record di 11, il Galles si impone riuscendo a concretizzare laddove l'Irlanda non era riuscita due settimane fa. La Scozia di Johnston assomiglia pericolosamente sempre più alla peggior Inghilterra, poche idee, molta difesa, calci, calci, calci. Ancora una volta sembrava che per gli uomini del cardo il fato fosse benevolo, il Galles, pur avendo la maggior parte del possesso e del territorio chiudeva il primo tempo in vantaggio di un solo punto, 12 - 13. Risultato frutto di 4 piazzati di Laidlaw per i padroni di casa e di una meta del tallonatore Hibbard e due piazzati di Halfpenny per gli ospiti. La meta è stata frutto di una serie di fasi scaturite da un bel break di George North che riusciva finalmente a trovare un varco tra Gray e Brown. Ma come nell'incontro di due settimane fa, gli ospiti sarebbero potuti essere molto più avanti se fossero stati in grado di prendere tutti i punti sul piatto. Halfpenny ha infatti insolitamente sbagliato due piazzati nella prima frazione di gioco. Scozia quasi inesistente in attacco, se si fa eccezione per i buoni calci a liberare di Weir e Scott, ordinata e precisa in difesa e pronta a sfruttare tutte le occasioni avute.
Hibbart segna l'unica meta della gara - foto sito 6Nazioni

La frustrazione ha certamente dato la carica ai dragoni che nel secondo tempo hanno messo alle corde i padroni di casa, agevolati anche dalle numerose infrazioni, soprattutto in mischia degli Scozzesi.
Craig Joubert ha avuto forse fin troppa pazienza nel non estrarre un giallo ai danni dei padroni di casa, un altro arbitro, dal caratterino di Nigel Owens, as esempio, avrebbe forse agito disciplinarmente.
Halfpenny ha sfruttato tutte le occasioni a disposizione dalla piazzola per metter punti sul tabellone, mentre Laidlaw ha sbagliato due calci, uno fuori dalla sua gittata, l'altro invece portato via dal vento.
Gli Scozzesi si sono svegliati solo nel finale, quando, già sotto di 10 punti hanno iniziato a calciare nell'angolino invece di andare per i pali, ma la difesa gallese ha resistito strenuamente, e Paul James ha si è sacrificato andando a prendersi un giallo a pochi minuti dal termine per la somma di falli commessi dalla propria squadra.
Ora il futuro del torneo è nelle mani dei dragoni gallesi, che si giocheranno la storica doppietta contro l'Inghilterra Sabato 16 al Millenium, nonstante la differenza punti, +36 per gli inglesi, +29 per i gallesi, renda il loro compito decisamente arduo.


Tabellino

Scozia Galles
Mete Richard Hibbard 22'
Transformazioni Leigh Halfpenny 1/1
Calci Piazzati Greig Laidlaw 6/8 Leigh Halfpenny 7/10
Scrito da Diego Ghirardi Il 3/10/2013 05:04:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog