sabato 16 marzo 2013

Terza vittoria consecutiva delle Cheetahs contro i Waratahs

Con una prova non eccelsa, i giaguari dello stato libero si aggiudicano un'importante vittoria a Sydney.
Due mete dell'ala ghanese di nascita Ray Rhule ed una ad inizio gara del centro Robert Ebersohn ed i calci del preciso Johan Goosen sono sufficienti alle Cheetahs ad espugnare l'Allianz Stadium e a consentire loro per la prima volta nel torneo di vincere tre volte consecutivamente contro un avversario.
Per i Waratahs l'atteso rientro in campo di Berrick Barnes non dura molto, un infortunio alla mano destra lo costringe ad uscire a metà del primo tempo.
Bisogna dare atto ai Waratahs, dopo la lacustre uscita della settimana scorsa contro i Brumbies di essere migliorati e di aver saputo riprendersi dall'avvio a tutta velocità degli ospiti. La prima meta di Ebersohn è scaturita da un calcio poco profondo di Barnes, ben recuperato da LeRoux, la seconda invece è stata segnata da Rhule dopo una serie di fasi che hanno disorientato la difesa dei Tahs.
I piazzati di McKibbin e la meta di Betham hanno riportato la squadra del New South Wales sotto misura e la meta allo scadere di tempo di e Adam Ashley-Cooper, bravo a chiudere un periodo di dominio dei suoi.
La ripresa non è stata all'altezza del primo tempo, entrambe le squadre sono sembrate stanche e non in grado di chiudere nei momenti importanti. Per i primi 30 minuti non si è visto molto gioco, un calcio piazzato a segno per parte ed altrettanti sbagliati, ed il risultato a dieci minuti dalla fine era di 20 -17.
Ma al trentesimo il rinvio dai 22 dei Tahs dopo l'errore dalla piazzola di Goosen è stato recuperato, ancora un volta, da LeRoux, che ha calciato a sua volta nei 22 metri degli avversari, dove lo ha recuperato e passato con un tap perfetto all'accorrente Rhule, il quale è andato in meta battendo un paio di avversari.
I padroni di casa dopo tre minuti hanno avuto una punizione a favore che il capitano Dennis ha chiesto a McKibbin di trasformare in tre punti, decisione che ha scontentato molti degli spettatori di casa, ma che, con sette minuti ancora da giocare è stata più che giusta. Tahs sotto di un punto e ultimi minuti frenetici.
Le Cheetahs hanno saputo controllare il possesso palla e, aiutate anche da una svista dell'assistente che non ha visto un piede di van Zyl decisamente in touch, sono riuscite a tenere fino all'ultimo errore di controllo dei Waratahs che ha sancito la fine della partita.
Scrito da Diego Ghirardi Il 3/16/2013 03:37:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog