mercoledì 1 maggio 2013


Finalmente Warren Gatland ha sciolto la prognosi e comunicato la lista dei 37 leoni che parteciperanno al primo tour dell'Australia da 12 anni.

Inevitabile vi siano malumori, critiche, esclusioni di rango e convocati un po' a sorpresa, non potrebbe essere diversamente.

Partiamo subito col dire che l'esclusione del capitano della nazionale inglese Robshaw e la nomina del gallese Warburton a capitano, il più giovane nella storia dei Lions, ha lasciato molti di stucco, ed ha subito dato la possibilità ai giornalisti inglesi di ricordare, come se non lo si sapesse, che Gatland è stato l'allenatore del Galles fino a qualche mese fa. Lions sì, ma per ora prevale un po' di sano nazionalismo.
In secondo luogo, l'apparente rifiuto di Jonny Wilkinson, che pare abbia preferito rimanere al sole di Toulon ad allenarsi piuttosto che andare a far ancora danni in Australia, i tifosi locali ringraziano, sentitamente.

Una selezione nazionale è sempre basata sul compromesso, la ricerca del talento ad ogni costo può a volte compormettere la coesione di squadra e i meccanismi del rugby non sono semplici, mettere assieme i migliori giocatori delle isole non basta, bisogna mettere in piedi una squadra. Ma queste sono ovvietà.
Allora andiamo a vedere chi farà il viaggio in Australia, partendo, dal fondo del campo.

Forse uno dei migliori estremi in circolazione, certamente il migliore in Europa, Leigh Halfpenny, ottimo calciatore, partirà titolare, con lo scozzese Stuart Hogg, veloce ma non così saggio tatticamente, sarà la sua riserva. Rob Kearney può giocare sia estremo sia all'ala, una caratteristica che potrebbe garantirli un posto in panchina.
Sulle ali le scelte di Gatland sono un misto di velocità e concretezza Bowe, Cuthbert e North sono molto solidi, il neozelandese naturalizzato scozzese Maitland offre un po' di velocità, ma non è l'arma letale che i Lions vorrebbero avere.
Arma letale che forse sarà il "vecchio" Brian O'Driscoll, BOD è un idolo in Irlanda ed è apprezzato in ogni dove, la sua presenza al centro decisamente importante, così come quella di Manu Tuilagi, che se saprà trovare gli spazi per lanciare la propria mole, saprà fare molto male ai wallabies, bisogna vedere se uno dei due verrà schierato secondo ricevitore, o se si alterneranno tra campo e panchina. Con loro al centro Roberts e Davies, a seconda delle decisioni di Gatland.
Veniamo alla cerniera, per la coppia più importante in campo, Gatland ha tre scelte per la posizione di mediano di mischia e due per l'apertura. Per la maglia numero dieci sara una bella lotta tra Jonny Sexton e Owen Farrell, personalmente non impazzisco per nessuno dei due, forse l'irlandese è un po' meglio, ma i due si equivalgono, la differenza potrà farla la scelta per la maglia di mediano di mischia per garantire una certa continuità.
I tre meidani di mischia convocati, Muray, Phillips e Ben Youngs, partono sullo stesso piano, personlmente preferisco l'inglese, scelta che, se condivisa da Gatland potrebbe favorire la coppia con Farrell.
La terza linea, nonostante le ottime scelte a disposizione secondo me dovrebbe essere quella gallese, con Faletau al centro e Warburton e Tipuric ai lati. Con buona pace degli esclusi, soprattutto Tom Croft.
Per la seconda linea invece le scelte non sono così semplici, e l'imponente e carismatica figura di Paul O'Connell non può passare inosservata, così come il rientrante Richie Gray.
La prima linea sarà poi il punto di forza dei Lions, i wallabies soffrono in mischia contro quasi ogni avversario e una prima linea che puo contare su Jenkins, Youngs, Healy, Vunipola, Jones, Cole e Hartley farebbe paura a chiunque, anche ai sudafricani.

Backs: Leigh Halfpenny (Galles), Stuart Hogg (Scozia), Rob Kearney (Irlanda), Tommy Bowe (Irlanda), Alex Cuthbert (Galles), Sean Maitland (Scozia), George North (Galles), Jonathan Davies (Galles), Brian O'Driscoll (Irlanda), Jamie Roberts (Galles), Manu Tuilagi (Inghilterra), Owen Farrell (Inghilterra), Jonathan Sexton (Irlanda), Conor Murray (Irlanda), Mike Phillips (Galles), Ben Youngs (Inghilterra).

Avanti: Dan Cole (Inghilterra), Cian Healy (Irlanda), Gethin Jenkins (Galles), Adam Jones (Galles), Matt Stevens (Inghilterra), Mako Vunipola (Inghilterra), Dylan Hartley (Inghilterra), Richard Hibbard (Galles), Tom Youngs (Inghilterra), Ian Evans (Galles), Richie Gray (Scozia), Alun-Wyn Jones (Galles), Paul O'Connell (Irlanda), Geoff Parling (Inghilterra), Tom Croft (Inghilterra), Toby Faletau (Galles), Jamie Heaslip (Irlanda), Dan Lydiate (Galles), Sean O'Brien (Irlanda), Justin Tipuric (Galles), Sam Warburton (Galles, capitano)
Scrito da Diego Ghirardi Il 5/01/2013 05:32:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog