mercoledì 31 luglio 2013

Dopo la sorpresa Canada, la conferma USA.

Stati Uniti troppo forti per il generoso Sud Africa che riesce comunque a segnare quattro belle mete, ma paga una difesa non impeccabile ed i troppi errori di controllo.
Dall'altra parte una prestazione molto solida delle nordamericane, che hanno dominato la gara dal primo all'ultimo minuto, senza che il risultato sembrasse mai in dubbio.
Dopo che il primo tempo si era concluso sul 20 - 10 grazie a quattro mete degli USA e due del Sud Africa, le sudafricane sono rientrate in campo più determinate e si sono viste alcune crepe nella difesa USA, che hanno portato la terza linea centro
Il buon momento del Sud Africa si è però interrotto per un infortunio apparso purtroppo serio ad una delle proprie giocatrici. Il gioco si è fermato a lungo per permettere i soccorsi, e ciò ha causato una perdita dell'inerzia della gara da parte delle sudafricane.
Gli USA alla ripresa del gioco hanno premuto sull'acceleratore e sono andate per 3 volte in meta grazie ad una maggiore forza fisica ed alla maggior precisione nel controllo palla.
Merito al Sud Africa che sotto 32 - 15 ha continuato a giocare a rugby ed è andato in meta con un'azione personale in velocità.
A tempo praticamente scaduto un piazzato degli USA ed il primo cartellino giallo del torneo, per ripetuti falli, ai danni del Sud Africa.
Anche in questa partita da rivedere la tecnica nei piazzati per entrambe le squadre.
Sabato le statunitensi sfideranno il Canada nella partita che promette il maggior spettacolo, mentre le sudafricane se la vedranno con la voglia di rivincita delle inglesi.
le squadre al termine della gara - screenshot usarugby.org/tv

Scrito da Diego Ghirardi Il 7/31/2013 12:10:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog