sabato 24 agosto 2013

Per i Pumas non possono far altro che migliorare nel ritorno contro gli Springboks

La prova di Soweto è stata talmente disarmante da entrambe le parti che non ci sono altre alternative per i neoarrivati nel torneo dell'emisfero sud.
Il Sud Africa ha passeggiato sull'Argentina ed ha annientato i pumas in ogni fase del gioco, dinamico o da fermo, come riconosciuto a botta calda anche da Marcelo Bosch.
Per il ritorno bisogna considerare diversi fattori, a partire dall'orgoglio ferito e dal grande supporto di pubblico che i pumas riceveranno allo stadio patriotticamente chiamato Malvinas Argentinas di Mendoza, da suddito di Sua Maestà, non posso che avere un sussulto nello scrivere tale propagandistico abominio.
Santiago Phelan ha operato dei cambi necessari per rinforzare il suo pacchetto di avanti, in quest'ottica dovrebbe aiutare a stabilizzare la mischia dei pumas il ritorno dall'infortunio di Marcos Ayerza come pilone sul lato aperto con Juan Figallo spostato sul lato chiuso. La seconda linea, che ha sofferto sia in touch che in mischia aperta sarà tutta nuova con Mariano Galarza e Julio Farías Cabello al posto di Patricio Albacete e Manuel Carizza. Con la terza linea invariata così come la cerniera di centro campo, gli altri cambi di Phelan sono all'ala, dove Horacio Agulla partirà titolare al posto di Juan Imhoff e nella posizione di estremo dove a Juan Martín Hernández è preferito Lucas González Amorosino.

Per gli Springboks difficile trovare spazi di miglioramento, infatti il XV titolare è invariato. L'unico cambo è tra le riserve, con Fourie du Preez impossibilitato dal suo club a partecipare alle trasferte, il mediano di mischia di riserva sarà Jano Vermaak.
Trovare il pelo nell'uovo non è semplice, ma se vogliamo andare a fare le pulci alla prova del Sud Africa della settimana scorsa, l'ala Bjorn Basson è l'unico osservato speciale tra gli springboks, ci si aspetta di più infatti da un'ala in una partita finita con 60 punti di vantaggio e 7 mete all'attivo.

Le formazioni:

Argentina:

15 Lucas González Amorosino
14 Gonzalo Camacho
13 Marcelo Bosch
12 Felipe Contepomi (c)
11 Horacio Agulla
10 Nicolás Sánchez
9 Martín Landajo
8 Leonardo Senatore
7 Juan Manuel Leguizamón
6 Pablo Matera
5 Mariano Galarza
4 Julio Farías Cabello
3 Juan Figallo
2 Eusebio Guiñazú
1 Marcos Ayerza

Riserve: 16 Agustín Creevy, 17 Nahuel Lobo, 18 Matías Díaz, 19 Tomás Lavanini, 20 Benjamín Macome, 21 Tomás Cubelli, 22 Santiago Fernandez, 23 Juan Imhoff

Sud Africa:

15 Willie le Roux
14 Bjorn Basson
13 JJ Engelbrecht
12 Jean de Villiers (c)
11 Bryan Habana
10 Morné Steyn
9 Ruan Pienaar
8 Duane Vermeulen
7 Willem Alberts
6 Francois Louw
5 Juandré Kruger
4 Eben Etzebeth
3 Jannie du Plessis
2 Adriaan Strauss
1 Tendai Mtawarira

Riserve: 16 Bismarck du Plessis, 17 Gurthrö Steenkamp, 18 Coenie Oosthuizen, 19 Flip van der Merwe, 20 Siya Kolisi, 21 Jano Vermaak, 22 Pat Lambie, 23 Jan Serfontein

Arbitrerà Aussie Steve, un arbitro che lascia molto giocare in mischia aperta e che potrebbe favorire più del kiwi Chris Pollock il gioco aggressivo dei pumas.
Sud Africa favorito nettamente per questa partita, il divario sarà sicuramente minore, ma gli Springboks cercheranno di tornare a casa con 4 mete ed un punto bonus per rimanere in scia agli all blacks.
Pronostico: Sud Africa di 15 punti
Scrito da Diego Ghirardi Il 8/24/2013 11:31:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog