mercoledì 11 settembre 2013

I Quins battono nettamente Power House e Melbourne ha la meglio su Moorabbin sul filo di lana.

Nella prima delle semifinali gli Harlequins sono partiti più determinati ed hanno concesso pochissimo territorio e possesso a Power House.
Dopo un piazzato di Maradona Farao è della seconda linea Gus Hamilton la prima meta dei Quins. Dopo un timido tentativo di Power House di rifarsi sotto il terza linea fuori Jack de Guingand ha segnato la terza meta di potenza dopo una rimessa ai cinque metri.
Prima della fine del tempo Power House ha provato ad aprire il gioco, ma con ciò ha solo concesso spazi ai Quins che sono andati due volte in meta nello spazio di pochi minuti. Prima la terza meta di Justin Tavea, che ha raccolto un grubber di Lloyd Johansson oltre la linea dopo aver battuto la difesa colta in contropiede, poi Farao ha bucato la linea difensiva di Power House con un'azione in velocità.
Il risultato parziale del primo tempo di 25 - 0 ha ben descritto i valori in campo.
Ad inizio ripresa Power House ha messo sotto pressione la difesa dei Quins e dopo diverse serie sulla linea di meta ha commesso un in avanti che ha permesso ai padroni di casa di liberare.
Dopo aver resistito alla sfuriata di Power House, i Quins hanno sfruttato la prima occasione possibile per riportarsi in attacco e sono andati in meta per la quinta volta con la terza linea Nico Lauina.
Nei minuti finali Power House è rimasta in 14 per un meritato cartellino giallo per una carica di spalla ma è riuscita a segnare la meta della bandiera con il sostituto Danny Hicken che ha finalmente trovato il buco giusto nella difesa dei Quins.

Il risultato finale di 32 - 5 premia la squadra migliore che ha giocato il rugby migliore durante tutto il campionato ma punisce forse troppo la pur generosa Power House, che però si trovata di fronte una formazione semplicemente migliore in ogni fase del gioco.
La partita è disponibile sul sito di Channel31.

Nella seconda semifinale Melbourne ha battuto Moorabbin per 30 - 27.
I Rams non avranno così la possibilità di difendere il proprio titolo conquistato l'anno scorso proprio contro gli Unicorns. La gara è stata in bilico fino alla fine e l'equilibrio è stato rotto da una meta tecnica assegnata da Beau Dean Gosper a otto minuti dalla fine per i ripetuti falli commessi da Moorabbin sulla linea di meta.
Scrito da Diego Ghirardi Il 9/11/2013 10:08:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog