giovedì 12 settembre 2013

Sud Africa invariato alla ricerca del colpaccio all'Eden Park

La partita tra all blacks e springboks deciderà molto probabilmente l'esito del torneo, una vittoria dei neozelandesi dovrebbe far pendere la bilancia dalla parte dei campioni del mondo, un successo sudafricano sarebbe invece determinante per gli uomini di Meyer.
La vittoria con bonus a Brisbane e la sofferta partita di Mendoza hanno mostrato i due volti del sudafrica, concreto e solido in difesa, pronto a sfruttare ogni spazio in attacco, soprattutto con Kirchner estremo e le Roux all'ala.
Giustamente Meyer non cambia formazione e si affida agli stessi 23 giocatori che hanno steso i wallabies, ben conscio di avere di fronte tutt'altro avversario, lo staff avrà fatto il possibile per calmare gli entusiasmi e metter in guardia i giocatori dalla pericolosa etichetta di favoriti contro i campioni del mondo.

Steve Hansen è invece ricorso ad alcuni cambi, su tutti la rinuncia forzata dell'infortunato Richie McCaw, un vero peccato non vedere fluffy in mezzo al pack sudafricano, avremmo assistito ad un bello scontro, agevolato dal modo di arbitrare di Poite. Al posto del capitano giocherà Sam Cane e la fascia passerà nuovamente a Kieran Read che ha sempre ben sostituito McCaw.
Fuori un campione per infortunio, Hansen può riabbracciarne altri due di ritorno da uno stop di un mese,  Lim Messam e Dan Carter infatti saranno di nuovo a disposizione.
Il capitano dei Chiefs in terza line ad il mancino in mezzo al campo con la maglia numero 10 sono due certezze. Sarà soprattutto da tenere d'occhio la sfida tra titani della piazzola tra Dan Carter e Morné Steyn, difese avvisate.
Uno dei cambi più importanti è a mio parere quello di Dane Coles per Andrew Hore come tallonatore. Un ruolo che assume una dimensione tutta diversa quando l'avversario è Bismarck du Plessis. L'esperienza ed il talento al fianco di Coles non mancheranno con il "centenario" Tony Woodcock ed Owen Franks.
Infine al centro torna Ma'a Nonu ancora in cerca di una collocazione in Superugby per l'anno prossimo e probabilmente sulla via di un secondo sabbatico e di un contratto breve in Europa o in Giappone.

Le formazioni:

Nuova Zelanda:

15 Israel Dagg
14 Ben Smith
13 Conrad Smith
12 Ma'a Nonu
11 Julian Savea
10 Dan Carter
9 Aaron Smith
8 Kieran Read (c)
7 Sam Cane
6 Liam Messam
5 Sam Whitelock
4 Brodie Retallick
3 Owen Franks
2 Dane Coles
1 Tony Woodcock

Riserve:
Keven Mealamu, Wyatt Crockett, Charlie Faumuina, Steve Luatua, Matt Todd, Tawera Kerr-Barlow, Beauden Barrett, Charles Piutau

Sud Africa:

15 Zane Kirchner
14 Willie Le Roux
13 JJ Engelbrecht
12 Jean de Villiers (c)
11 Bryan Habana
10 Morne Steyn
9 Ruan Pienaar
8 Duane Vermeulen
7 Willem Alberts
6 Francois Louw
5 Flip van der Merwe
4 Eben Etzebeth
3 Jannie du Plessis
2 Bismarck du Plessis
1 Tendai Mtawarira

Riserve: Adriaan Strauss, Gurthro Steenkamp, Coenie Oosthuizen, Juandre Kruger, Siya Kolisi, Jano Vermaak, Pat Lambie, Jan Serfontein.

Arbitrerà il francese Romain Poite, non uno dei miei fischietti preferiti che spesso lascia andare cose abominevoli in mischia aperta, staremo a vedere.

Il pronostico è difficile, ma penso gli all blacks faranno valere il fattore campo, Nuova Zelanda di 5 punti

Scrito da Diego Ghirardi Il 9/12/2013 11:04:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog