venerdì 27 settembre 2013

Santiago Phelan opera sei cambi per l'arrivo dei campioni del mondo.

Il reparto dove l'Argentina ha cambiato di più è quello arretrato: entrambi i centri, Tiesi e Contepomi perdono il posto a favore di Bosch e Fernandez; l'ala Agulla viene sostituita da Amorosino ed infine la maglia titolare di mediano di  mischia passa da Cubelli a Landajo.
Nella posizione di tallonatore l'ennesima staffetta tra Creevy e l'indisciplinato Guiñazu ed infine il ritorno di Albacete al posto di Carizza.
Questi cambi sono a mio parere una dimostrazione della maturità del movimento rugbistico argentino e del numero di giocatori di valore che esprime atttualmente, a riprova di un'ottima programmazione e di un gran lavoro tra i giovani, nonostante la mancanza di un campionato professionistico in patria.
La sfida con la Nuova Zelanda è difficilissima, come sempre, ma le ultime gare hanno dimostrato come i pumas siano cresciuti e ci si può aspettare uno scontro equilibrato.
Il pronostico è comunque, d'obbligo a favore degli all blacks.

Argentina:

15 Juan Martin Hernandez
14 Lucas Gonzalez Amorosino
13 Marcelo Bosch
12 Santiago Fernandez
11 Juan Imhoff
10 Nicolas Sanchez
9 Martin Landajo
8 Juan Manuel Leguizamon
7 Pablo Matera
6 Juan Martin Fernandez Lobbe (c)
5 Julio Farias Cabello
4 Patricio Albacete
3 Juan Figallo
2 Eusebio Guinazu
1 Marcos Ayerza

Riserve: Agustin Creevy, Nahuel Lobo, Juan Pablo Orlandi, Mariano Galarza, Benjamin Macome, Tomas Cubelli, Felipe Contepomi, Horacio Agulla

Scrito da Diego Ghirardi Il 9/27/2013 02:29:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog