giovedì 12 settembre 2013

I pumas si fregano le mani in vista di una storica vittoria a Perth

Il neo-capitano Mowen - foto getty
La formazione annunciata da McKenzie è un vero rebus. Quade l'Inutile, che è costato gran parte dei punti incassati nel primo tempo contro gli springboks parte titolare, Will Genia, l'unico in grado di giocare con l'apertura dei Reds paga per tutti e va in panchina. O'Connor rimane all'ala e Folau estremo. Mi chiedo che partite abbia visto io nelle prime tre giornate del Championship, perché non sono certo siano le stesse viste da Barabba.
Nic White ottiene la sua prima maglia da titolare dopo aver giocato un totale di 16 minuti nei tre test in cui è subentrato. Non so quanto abbia avuto modo di decifrare Cooper in questo periodo in cui si è allenato con la nazionale, ma non penso sia in grado di fare miracoli.
La cerniera di centrocampo è una combinazione troppo importante per fare esperimenti, ho spesso criticato la Francia per fare lo stesso errore. La continuità è l'unico modo per trovare gli automatismi giusti per avere palloni veloci e poter lanciare i centri o le ali: Barabba ha fatto esordire Toomua contro la Nuova Zelanda in una cerniera con Genia, risultato pessimo. Ora inverte e fa esordire White con Cooper.
Con il numero 8 Ben Mowen capitano avrebbe avuto senso mantenere la spina dorsale dei Brumbies, Mowen, White, Toomua e Leali'ifano. Su Mogg si può discutere, magari JOC estremo, ma sicuramente Folau sulla fascia avrebbe più senso.

Anche per l'Argentina, rispetto alla solida prova di Hamilton,  cambi nelle pedine fondamentali, Landajo perde il posto a favore di Cubelli come mediano di mischia, Agulla si sposta sulla fascia destra con Imhoff al suo posto sulla sinistra pronto a sfruttare gli spazi lasciati liberi da JOC. Al centro il vecchio guerriero Contepomi torna titolare con acanto Tiesi.
Tra gli avanti, l'unico cambio è nella posizione di tallonatore, dove Guiñazú paga i due cartellini gialli nelle due trasferte precedenti, al suo posto partirà titolare Creevy.


Come al solito sarà il campo a dire chi ha ragione.

Le formazioni:

Australia:

15 Israel Folau
14 James O'Connor
13 Adam Ashley-Cooper
12 Christian Leali'ifano
11 Nick Cummins
10 Quade Cooper
9 Nic White
8 Ben Mowen (c)
7 Michael Hooper
6 Scott Fardy
5 Kane Douglas
4 Rob Simmons
3 Ben Alexander
2 Stephen Moore
1 James Slipper

Riserve: Saia Fainga'a, Scott Sio, Sekope Kepu, Sitaleki Timani, Ben McCalman, Will Genia, Matt Toomua, Tevita Kuridrani

Argentina:

15 Juan Martín Hernández
14 Horacio Agulla
13 Gonzalo Tiesi
12 Felipe Contepomi
11 Juan Imhoff
10 Nicolás Sánchez
9 Tomás Cubelli
8 Juan Manuel Leguizamón
7 Pablo Matera
6 Juan Martín Fernández Lobbe (c)
5 Julio Farías Cabello
4 Manuel Carizza
3 Juan Figallo
2 Agustín Creevy
1 Marcos Ayerza

Riserve: Eusebio Guiñazú, Nahuel Lobo, Juan Pablo Orlandi, Mariano Galarza, Benjamín Macome, Martín Landajo, Santiago Fernández, Lucas González Amorosino

Arbitrerà il dottore, Nigel Owens, quindi aspettiamoci qualche decisione pirotecnica e qualche ramanzina. La sua severità potrebbe punire gli argentini, più propensi all'indisciplina.
Sia Lobbe sia Mowen dovranno fare attenzione a come si relazioneranno con il collerico gallese.
Pronostico per l'Argentina, il colpaccio è a portata di mano.
Scrito da Diego Ghirardi Il 9/12/2013 09:52:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog