domenica 13 ottobre 2013

Vittoria convincente dell'Ulster alla prima uscita europea.

Forse si tratta dell'ultima Heineken Cup, o forse i litiganti si metteranno d'accordo, fatto sta che il fascino della competizione europea è sempre grande.
L'Ulster ha vinto con merito, Paddy Jackson ha controllato la partita molto bene ed ha calciato altrettanto, i 17 punti accumulati alla fine della gara sono uno specchio dell'impatto della giovane apertura; Pienaar, subentrato nel secondo tempo, ha dato la forza fisica al ruolo di mediano di mischia che Marshall non era stato in grado di imporre; Tommy Bowe alla sua seconda uscita con la provincia del nord ha segnato una meta in stile league ed ha contribuito molto al gioco offensivo, anche se a dire il vero in alcune occasioni avrebbe potuto cercare il gioco aperto invece di caricare a testa bassa verso il centro.
Bowe riceve il calcio di Jackson in meta - screenshot Fox Soccer
Per Leicester Ben Youngs e Flood hanno come al solito combinato bene nella cerniera di centro campo;   la prima linea ha ben giocato ed ha avuto la meglio in mischia fino alla metà del secondo tempo quando l'Ulstrer e Poite hanno modificato i propri rispettivi approcci a questa fase del gioco; qualche errore di troppo sui calci ha dato agli avversari facili possessi.
La differenza tra le due squadre l'ha fatta il cartellino giallo, nulla da eccepire questa volta sulla decisione dell'arbitro francese, guadagnatosi da Crane a metà del secondo tempo. Il numero otto del Leicester ha commesso due falli meritevoli di ammonizione nella stessa azione ed ha così lasciato il campo per dieci minuti. Mentre Crane rifletteva sull'importanza della disciplina, Jackson ha messo a segno tre piazzati che hanno sbloccato la parità.
Per fortuna del Leicester il subentrato Williams ha messo a segno un piazzato a 5 minuti dalla fine che ha dato loro il punto bonus.
A tempo scaduto, sotto di 6 punti, il Leicester e Mele hanno dimostrato in maniera palese la differenza di approccio tra l'emisfero nord e quello sud. Conquistato un fallo invece di giocarlo alla mano e cercare di andare a vincere la partita, il mediano di mischia, con l'approvazione dei suoi compagni, l'ha spedito in tribuna. Al sud queste cose non si vedono.
Un'altra differenza in cui l'emisfero sud ha invece da imparare da quello nord (o meglio dai britannici), è il silenzio quasi totale del pubblico durante i calci degli avversari. Un piacere assistere ad una gara dove si rispetta il calciatore.
Scrito da Diego Ghirardi Il 10/13/2013 11:09:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog