sabato 26 ottobre 2013

Finale al cardiopalma e gran delusione per Hawke's Bay nella finale di Championship

Ihaia West si rifarà presto della delusione - foto ESPN
Come spesso accade una partita può essere riassunta in uno o due momenti principali e tra i tanti punti di discussione in questa finale tesa ed in dubbio fino all'ultimo non si può evitare di menzionare Ihaia West come lo sfortunato protagonista di entrambi.
L'apertura di Hawke's Bay ha infatti sbagliato l'ultimo calcio, una difficilissima trasformazione dalla linea laterale a tempo scaduto, un calcio che avrebbe dato la vittoria ai suoi. Un calcio difficile, sotto una pressione psicologica terribile, dopo aver già sbagliato altri tre piazzati e come purtroppo accade sempre nell'emisfero sud in un baccano deprecabile. Ma pur sempre un errore. Alla fine le statistiche non fanno distinzione tra una trasformazione da sotto i pali ed una dalla linea laterale.
L'altro episodio determinante della partita, nell'economia della gara decisamente più importante, che ha visto il ventunenne West protagonista in negativo ed il suo diretto avversario in positivo, è avvenuto alla fine del primo tempo. Tasman aveva appena segnato una bella meta con Squire e stava difendendo sulla propria linea, Hawke's Bay godeva del vantaggio per un'infrazione ai due metri e Jackson lasciava giocare. Quando l'arbitro si decideva a tornare sul punto del fallo e a fischiare la punizione, West, preso dalla sindrome da meta sceglieva il tap & go e passava a Banks partito dalla propria linea di meta e quindi in gioco. Banks percorrendo tutto il campo finiva in meta facendo il gesto del Mako. Colpo terribile al morale delle magpies.
West ricorderà per tutta l'estate questi due episodi, come forse gli altri calci sbagliati, purtroppo per lui, per un po' gli rimarranno attaccati. Ma ciò non deve assolutamente togliere dalla fantastica stagione che ha fatto e col il talento di cui dispone, sarà certo capace di far dimenticare ai tifosi questa delusione e lo vedremo presto su palcoscenici più importanti.
Se West esce sfortunato sconfitto, Banks esce fortunato vincitore.
Grande primo tempo, la meta ed  un calcio dal 45 metri dai 5 laterali sono stati spettacolari, gran lavoro in difesa ed un senso innato per la posizione. Ma nel secondo tempo Marty ha lasciato il cervello negli spogliatoi, fin dal calcio d'avvio spedito in zona morta si è visto che l'apertura non era più concentrata come nella prima frazione. Un paio di altri calci in gioco aperto hanno lasciato a desiderare, ma mai come la punizione calciata al 18' che ha dato il via alla meta avversaria. Marty ha provato a fare una genialata, calciando a tagliare il campo per le proprie ali da dentro i 22 invece di andare a cercare la sicurezza della touch. Il calcio è finito nelle mani degli avversari ed poi stato portato in meta da O'Connor.
Come per il caso di West, alla fine gli episodi non contano nelle statistiche, e la rivelazione del 2013 ha finito con un bottino invidiabile di 16 punti che gli hanno dato la testa a pari merito con Parker della classifica dei marcatori, a coronamento di una stagione sensazionale che lo ha portato dall'anonimato di Reefton al super rugby.
Lasciando stare i singoli e la battaglia a distanza tra i due numeri 10, l'analisi della gara non può che non partire dall'enorme lavoro della difesa di Tasman che ha frustrato quasi ogni attacco degli avversari resistendo senza commettere troppi falli e recuperando un gran numero di palloni. La solidità difensiva e la disciplina sono state le fondamenta della vittoria  di Tasman, più che l'esplosività dell'attacco, quest'oggi ben controllato da Hawke's Bay.
Per le magpies una partita giocata con grande tenacia ma con troppa imprecisione e fretta, al di lá dei singoli episodi.
Il risultato finale premia la squadra che ha giocato il miglior rugby durante la stagione e che ha saputo cambiare ed adattarsi nel momento fondamentale della partita che più contava.
L'anno prossimo sarà un'altra musica per i Makos, ma ora una lunga estate di entusiasmo nel nord dell'isola del sud.
I giocatori di Tasman con la coppa - foto Otago Daily Times

Scrito da Diego Ghirardi Il 10/26/2013 11:20:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog