mercoledì 9 ottobre 2013

Vittoria con bonus molto importante per Otago che si porta così al secondo posto della classifica del Championship.

Il bonus è arrivato allo scadere dopo che i padroni di casa erano riusciti a riportarsi a meno di una meta non trasformata di distanza per la seconda volta nel secondo tempo.
Northland ha pagato troppo la mancanza di possesso palla nel primo tempo e gli errori di controllo ed ha incassato la quinta sconfitta consecutiva, nonostante gli sforzi di Ranger che ha fatto il possibile per aiutare i compagni nella sua penultima uscita prima di passare al Montpellier.
Durante il primo tempo entrambe le squadre hanno faticato a trovare il ritmo giusto: Northland si è scontrata contro la difesa ordinata di Otago e dal canto loro i cinghiali non sono riusciti a dare continuità alle azioni offensive.
Il pilone Mansion rompe l'equilibrio al quarto di gioco con un'azione agevolata dalla difesa poco aggressiva di Northland che concede ad Otago di riciclare il possesso troppo facilmente. I taniwha avrebbero l'occasione per mettere i primi tre punti sul tabellone, ma il calcio esce. Alla mezz'ora Breen c'entra i pali per lo 0-8 parziale.
Ad inizio ripresa prima un'altro calcio piazzato di Breen poi una meta in velocità di Fadden hanno aumentato il vantaggio degli ospiti  a 16 punti.
A questo punto si sono finalmente svegliati i padroni di casa che, guidati da Ranger, si sono fatti pericolosi sotto la linea di meta ospite e l'hanno oltrepassata al quarto d'ora con il subentrato Takulua.
Il pilone Ross Wright, alla prima meta in ITM Cup, ha segnato poi la seconda meta levando si di dosso due placcatori. A questo punto i taniwha erano a soli due punti di distanza dai cinghiali e questo ha spinto Brown a cambiare la cerniera di centrocampo, facendo entrare i titolari Tanaka e Parker.
Scelta che ha ripagato subito, con Parker autore di un piazzato ed una meta di Spence dopo una bella discesa di capitan Grant.
I taniwha sono andati ancora in meta con un pilone, questa volta il subentrato Bell, per riportare il divario a soli tre punti a meno di otto minuti dalla fine, ma una serie di errori di controllo hanno ridato il possesso di palla agli ospiti che sono andati in meta con TJ Ioane allo scadere per assicurarsi 5 importantissimi punti.

Scrito da Diego Ghirardi Il 10/09/2013 10:08:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog