domenica 10 novembre 2013

Un passo indietro ed un bagno di umiltà per gli azzurri.

Il 10 - 0 dopo 12 minuti di gioco ha illuso l'Italia e chi prevedeva una storica prima vittoria contro una delle tre grandi dell'emisfero sud, ma, registrata la difesa, i wallabies non hanno concesso più nulla ed hanno inflitto all'Italia una lezione di rugby che pochi si aspettavano.
La partita ha ricordato per l'andamento e per il risultato finale l'ultima uscita dei wallabies nel Rugby Championship: sulla carta attese per l'impresa di un avversario emergente dalla mischia molto forte ed alla fine un'Australia che sull'orlo del baratro, avesse perso oggi sarebbe scivolata ad un'umiliante settimo posto del ranking IRB, trova, grazie ad una mischia decente ed un attacco esplosivo negli spazi, una vittoria che da morale.
Cosa non ha funzionato per gli azzurri? Diverse cose: per prima la mischia, che da annunciato punto di forza si è trasformata in un'arma spuntata, con Rizzo protagonista in negativo. Poi la mancanza di gioco mediana, incapace di lanciare attacchi all'esterno ed infine la difesa. Sulle ali i wallabies hanno fatto il bello e cattivo tempo: Cummins, Ashley-Cooper e Tomane hanno trovato spazi dove non ce ne sarebbero dovuti essere. Da rivedere anche la cerniera di centrocampo, Di Bernardo, errori dalla piazzola a parte, non ha impressionato come regista.
Cosa ha invece funzionato? Soprattutto lo spirito combattivo e la voglia di giocare il pallone senza ricorrere a troppi calci.
Dall'altra parte per i wallabies continua il recupero di Cooper, autore due assist determinanti e di una buona prova a tutto tondo e sempre più a suo agio con Toomua numero 12. Poi le pericolose ali e, come detto la mischia. Presto per dire che Barabba abbia trovato la quadratura del cerchio, la strada è ancora lunga e i margini di miglioramento sono sempre nei soliti reparti.
La prossima settimana a Dublino sarà un'altra musica, così come per l'Italia contro le isole Fiji.
Uomo della partita: Cummins
Scrito da Diego Ghirardi Il 11/10/2013 01:34:00 PM 1 commento

1 commento:

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog