giovedì 20 marzo 2014

Il futuro della competizione nazionale australiana si deciderà nella prossima riunione dell'ARU.

Nonostante Fox Sport abbia garantito un contratto TV da un milione e mezzo di dollari australiani (circa un milione di €), e 11 proposte siano arrivate sul tavolo dell'ARU, la partenza della competizione che dovrebbe rinascere dalle ceneri dell'ARC, non è ancora certa.
I club che si sono fatti avanti hanno infatti diversi dubbi sulla copertura finanziaria e sul successo di pubblico della competizione, che dovrebbe partire ad Agosto, a ridosso delle finali dei campionati regionali.
Ottimisti si sono dimostrati i rappresentanti dei Brumbies, che dovrebbero partecipare alla squadra del Territorio della Capitale, i Vikings dell'University of Canberra, nati dall'unione delle forze dell'università, già sponsor principale dei Brumbies, e dei Tuggeranong Vikings. Secondo la dirigenza dei Brumbies alle partite casalinghe dei Vikings potrebbero assistere un minimo di mille persone e il torneo dovrebbe dare spazio a talenti locali, che potrebbero diventare futuri giocatori di Superugby.
Altrettanto rosea la situazione in Country NSW, dove sono stati raccolti circa 350 mila dollari (230 mila €) da sette sponsor locali e dove al vasto serbatoio di talenti dal quale attingere si dovrebbero aggiungere le risorse degli Eastern Suburbs.
Un po' meno ottimistici i commenti dal nord di Sydney, dove sotto il nome di North Harbour Rays si dovrebbero alleare Manly, Warringah, Norths e Gordon, con l'appoggio della Macquarie University e la presenza dell'ex-allenatore dei wallabies campioni del mondo Rod Macqueen come direttore. Sembra infatti che seppellire la proverbiale ascia di guerra sia difficile per i rivali e in un clima di veti incrociati la nuova squadra faccia fatica a trovare un assetto stabile. I finanziamenti sembrano invece assicurati con circa 200 mila dollari in arrivo dall'università.
Simili riserve sulla fattibilità finanziaria del torneo sono stati espressi dai rappresentanti di Randwick e della Queensland Rugby Union.
A nord dovrebbero mettere su due squadre, basate sulla rosa dei Reds ed ampliate dai migliori giocatori del Premier Rugby. Nic Stiles e Steve Meehan, i due assistenti del coach dei Reds Richard Graham dovrebbero guidare le due formazioni.
Pare comunque che data la forte spinta proveniente dal presidente dell'ARU Bill Pulver, sia difficile che la riunione di venerdì di concluda con un nulla di fatto. La nascita di un campionato nazionale al pari di ITM o Currie Cup è un passaggio fondamentale per la crescita del movimento australiano e una partenza nel 2015 sarebbe ancor più difficile data la quasi concomitanza con la coppa del mondo.
Scrito da Diego Ghirardi Il 3/20/2014 10:31:00 AM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog