venerdì 4 aprile 2014

Lo scontro tra Brumbies e Blues il match clou della giornata

Le ambizioni delle due squadre sono ad un bivio stasera a Canberra: i padroni di casa devono dimostrare che il passo falso di Melbourne non ha lasciato strascichi, mentre i neozelandesi vogliono continuare la striscia di vittorie consecutive per insidiare il primo posto in classifica del proprio girone dei Chiefs. Aspettiamoci di rivedere entrambe ai play off, in quale veste è ancora presto per dirlo.

Venerdì 4

Highlanders - Rebels (Dunedin - Forsyth Barr Stadium): dopo la bella e per certi versi inaspettata vittoria contro i Brumbies i Rebels sono per la prima volta in trasferta. Gli Highlanders stanno dimostrando quest'anno di essere più solidi e dopo la batosta di Auckland vorranno certamente tornare alla vittoria sotto il tetto dell'Otago Stadium, dove fino ad adesso si sono viste sempre partite con molte mete. Per i Rebels per la prima volta in campo due nazionali giapponesi dall'inizio, con Shota Horie tallonatore e Male Sau all'ala. Nic Stirzaker parte di nuovo titolare come mediano di mischia nonostante la non esaltante prova di venerdì scorso, di fronte a lui e a Bryce Hegarty una coppia di centrocampo di tutto rispetto con il velocissimo Aaron Smith e il preciso Lima Sopoaga. Highlanders favoriti

Brumbies - Blues (Canberra - Canberra Stadium): partitat che dirà molto su entrambe le squadre. I Blues hanno finora fallito lontano dalla Nuova Zelanda e devono ancora trovare la ricetta giusta per amalgamare Benji Marshall nel proprio gioco, ma che hanno ritrovato il Ma'a Nonu dei tempi migliori contro la sua ex-squadra la settiamana scorsa. I neozelandesi saranno senza gli avanti Keven Mealamu, Callum Retallick e Jackson Willison, ma avranno in Jerome Kaino un punto di forza per mettere sotto pressione i padroni di casa.
I Brumbies non si aspettavano di perdere a Melbourne e si vorranno rifare. Tra i centri torna Tevita Kuridrani, tornato dalle isole Fiji per un lutto in famiglia, il suo duello con Nonu promette scintille.
Brumbies favoriti

Sabato 5

Hurricanes - Bulls (Napier, McLean Park): prova importante per i Bulls in crescita. Il pareggio all'ultimo minuto contro i Chiefs ha mostrato le lacune di questa giovane squadra dal cuore antico. Il ritorno di Matfield è certamente un aspetto molto positivo per la squadra di Pretoria, ma l'organico è ancora inesperto e il veterano Victor si accomoderà in panchina come allenatore per il tour neozelandese. A Wellington i Bulls trovano un ambiente galvanizzato dalla vittoria prestigiosa contro i Crusaders a Christchurch e dal rientro degli all black Victor Vito, Brad Shields e Cory Jane.
Gli Hurricanes dovrebbero avere la meglio.


Reds - Force (Brisbane - Suncorp Stadium): dopo tre avversari sudafricani consecutivi, i Reds ritrovano un  avversario australiano, la loro bestia nera Force, i Reds hanno infatti spesso fallito contro la squadra del Western Australia in maniera inaspettata. I Reds domani saranno senza Lachie Turner infortunato, al suo posto farà il proprio esordio il kiwi Jamie-Jerry Taulagi. Per i Force dopo tre vittorie consecutive è arrivato un turno di riposo, cosa che spesso si dimostra controproducente per le squadre in forma, è arrivato il momento per i Reds di battere i Force

Cheetahs - Chiefs (Bloemfontein - Free State Rugby Stadium): dopo il pareggio in extremis di Pretoria i Chiefs affrontano le Cheetahs, che hanno avuto una settimana di riposo dopo il lungo e fallimentare tour downunder. Per la squadra dello stato libero non certo l'avversario più facile per tornare alla vittoria, i Chiefs hanno semplicemente troppo talento per loro.

Lions - Crusaders (Johannesburg - Ellis Park Stadium): le due sorprese del campionato si sfidano a Johannesburg. Sorpresa in positivo i Lions, tornati in superugby tra molto scetticismo e capaci di vincere già quattro partite dimostrando di non arrendersi mai. Sorpresa in negativo i 'Saders, che sono inaspettatamente ultimi nel girone neozelandese, ben otto punti sotto i Chiefs. I Crusaders partono favoriti, ma devono assolutamente mantenere al disciplina, Marnitz Boshoff ha dimostrato di sapere sfruttare ogni occasione da cinquanta o meno metri, sia su piazzato sia in drop.

Stormers - Waratahs  (Città del Capo - Newlands): dopo le polemiche e le lamentele di Cheika a seguito della sconfitta contro gli Sharks, i Tahs vanno a Città del Capo, dove quest'anno gli Sotrmers hanno ottenuto la loro unica vittoria, di misura, contro gli Hurricanes. A fare notizia saranno le riserve, con molti dei giocatori più celebrati assenti per infortunio: Jean de Villiers e Gio Aplon per gli Stormers, Israel Folau e Wycliff Palu per gli ospiti. Favoriti gli Stormers, ma partita aperta a ogni risultato.
Scrito da Diego Ghirardi Il 4/04/2014 03:26:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog