venerdì 9 maggio 2014

I Rebels si devono arrendere a una squadra migliore.
Il team di Melbourne ci mette il cuore e la forza di volontà, ma null può contro gli Hurricanes, superiori sotto ogni aspetto.
Rispetto alla partita contro gli Sharks i Rebels hanno mantenuto di più il possesso palla ed hanno commesso meno errori di controllo; nell'unica occasione in cui sono ricorsi a un calcio in gioco aperto sono stati punito dalla meta del pirata Conrad Smith, ben lanciato da Tom Taylor e Julian Savea. L'unico aspetto negativo nell'approccio alla gara dei Rebels è stato quello di aver atteso troppo, come la settimana scorsa, prima di attaccare a testa bassa. Quando lo hanno fatto hanno messo in difficoltà gli avversari, forse avessero osato di più prima, avrebbero potuto ridurre lo svantaggio, assicurandosi così un punto bonus. Ma per la vittoria il gap è ancora troppo grande, la strada intrapresa è quella giusta, ma il cammino è ancora lungo.
Gli Hurricanes si confermano come una delle serie candidate alla vittoria finale: solidi, concreti e in grado di chiudere ogni  spazio. Con la situazione nel girone neozelandese così complicata, ogni punto può essere decisivo, ma stasera il bonus sarebbe stato troppo.
Scrito da Diego Ghirardi Il 5/09/2014 10:18:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog