domenica 6 luglio 2014

Vittoria netta e senza appello per la capolista contro i neozelandesi.

I Waratahs dominano ancora, dopo i Brumbies a farne le spese sono gli Highlanders, la squadra di Sydney ha trovato il momento migliore dopo la pausa per i test estivi e che andrà ai play off con l'inerzia dalla propria parte e come una delle favorite alla vittoria finale.

I Waratahs partono molto forte e vanno subito in meta dopo 12 minuti con un'azione corale che mette alle corde gli avversari come un pugile incapace di reagire. Aaron Smith nell'occasione si procura un cartellino giallo nel tentativo, invano, di smanacciare via il pallone.
Gli ospiti hanno avuto il merito di non arrendersi e grazie alla precisione al piede di Lima Sopoaga sono rimasti a contatto per tutto il primo tempo, ma nella ripresa sono crollati miseramente.
Dopo pochi minuti dalla ripresa del gioco la solita combinazione Beale-Folau frutta l'ennesima meta per i Tahs, la dodicesima personale per Folau in questa stagione. Con un banale errore di controllo gli Highlanders concedono una mischia ai propri 5 metri e la consueta combinazione tra il secondo ricevitore e l'estremo porta i padroni di casa in vantaggio di nove punti.
La terza meta dei Tahs è arrivata col pilone Kepu, dopo che due corse di Potgieter avevano creato scompiglio nella difesa ospite, ancora una volta Beale ha trovato il passaggio smarcante, questa volta per Alofa, che ha servito Kepu.
Beale ancora protagonista pochi minuti dopo con un placcaggio su Ben Smith a pochi centimetri dalla linea di meta, azione però viziata da un fallo di Phipps che ha trattenuto Parker, subentrato a Sopoaga, impossibilitandolo a Smith il passaggio smarcante, Walsh eil suo assistente non hanno visto e così i Waratahs hanno mantenuto il vantaggio di 14 punti.
Il colpo di grazia è arrivato con Phipps, molto buona la sua prova, dopo un'altra mischia ben controllata dagli avanti dei padroni di casa.
Con la quarta meta e il conseguente bonus si è virtualmente conclusa la gara che ha assicurato ai Waratahs il diritto di ospitare la semifinale.
La quinta meta dei Waratahs, firmata dal sudafricano Potgieter, beniamino di casa, e la prima meta in carriera di Naiyaravoro hanno coronato il pomeriggio dei tifosi dei celesti, nonostante la meta di consolazione segnata da Burleigh ospiti tra le due.
screenshot SMH

Scrito da Diego Ghirardi Il 7/06/2014 05:52:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Archivio blog

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog