giovedì 12 febbraio 2015

Ancora solo Sharks nel girone della nazione arcobaleno

Il 2014 è stato segnato da un vistoso calo della qualità e della competitività del girone sudafricano, i fasti degli anni delle finali tra Bulls e Sharks. Solo la squadra di Jack White è stata una vera e propria pretendente al titolo, con le altre quattro squadre non in grado di vincere più partite di quante ne abbiano perse.
Anche per il Super Rugby 2015 gli Sharks partono come favoriti, nonostante la guida tecnica sia cambiata, la squadra del Nathal è l'unica a essersi rinforzata sul mercato. Ma proprio la scelta dell'allenatore è l'incognita più grande per gli Sharks: Gary Gold non ha impressionato negli ultimi anni, ma conosce bene molti dei giocatori, essendo stato l'allenatore in seconda degli Springbok dal 2008 al 2011.
I Bulls sono la squadra che ha fatto leggermente meglio sul mercato, a Pretoria sono arrivate due prime linee di tutto rispetto, ma ciò è avvenuto a discapito della squadra che ha sofferto di più nel 2014, le Cheetahs.
L'aspetto più preoccupante per il rugby di club sudafricano è il progressivo distacco dai livelli delle neozelandesi e australiane, trend che si accentuerà nel 2016 con l'introduzione della sesta squadra, gettando ancor più ombre sul formato del Super Rugby negli anni a venire.

Sharks


Mouritz Botha, l'oriundo inglese è tornato in Patria
L'ossatura della squadra non è cambiata rispetto al terzo posto raggiunto nel 2014, in più sono arrivati due rinforzi di lusso in Mouritz Botha e Michael Claasens. Gli unici dubbi sull'organico riguardano la capacità del neo allenatore Gary Gold, di raggiungere risultati di vertice, dato il suo palmares non del tutto impressionante.
Nell'anno del mondiale gli springbok in maglia Sharks vorranno riconfermarsi come la spina dorsale della rosa che Heineke Meyer porterà in Inghilterra. 
Il calendario è stato decisamente favorevole con gli Sharks, con un inizio molto abbordabile in casa contro Cheetahs e Lions e poi due trasferte contro Bulls e Stormers prima di riaffrontare le Cheetahs al quinto turno. 


Gli Sharks si confermeranno ai vertici nel 2015, con un posto ai play off quasi sicuro, data la struttura del campionato.
Il possibile uomo in più per gli Sharks sarà Mouritz Botha, che non avendo la distrazione dei mondiali di fronte, potrà concentrarsi e dare il tutto per tutto in Super Rugby.
Il pronostico  per la stagione Super Rugby 2015 degli Sharks è vincenti nel girone sudafricano e minimo semifinale.

Bulls

Adriaan Strauss, acquisto importante per i Bulls
Deludenti nella stagione 2014, i Bulls sono la squadra sudafricana che si è mossa meglio sul mercato, grazie all'arrivo del ex-capitano delle Cheetahs Adriaan Strauss e del pilone Trevor Nyakane e di diversi giocani di talento provenienti dalla Currie Cup.
La prima linea di marca Springbok non basterà alla squadra di Frans Ludeke per tornare ai fasti del
doppio successo 2009 - 2010, ma dovrebbe garantire una migliore base di partenza per lanciare gli attacchi.
Il vecchio leone Victor Matfield non ha ancora deciso di riappendere le scarpe al chiodo e guiderà la squadra ad interim fino al completo recupero di Pierre Spies.
Il calendario dei Bulls prevede un inizio con tre partite casalinghe consecutive: Stormers, Hurricanes e Sharks, e una trasferta a Bloemfontein contro le Cheetahs e si presta a un buon inizio di campionato.
Il pronostico per il Super Rugby 2015 per i Bulls è in miglioramento rispetto alla stagione 2014, ma, nonostante i rinforzi, la squadra di Pretoria non ha ancora i mezzi per infastidire gli Sharks.
L'arrivo di Adriaan Strauss è molto importante per il reparto avanzato dei Bulls, e la sua voglia di convincere Meyer a dargli una maglia titolare per i mondiali, lo vedrà dare il 110% in campo.
I Blues dovrebbero terminare secondi nel girone sudafricane e ma rimarranno fuori dai playoff.


Lions

Marnitz Boshoff sarà in grado di tenere alla larga gli avversari
A loro modo sorprendenti nel 2014 i Lions sono la squadra che ha meno da perdere dalla stagione del Super Rugby 2015, con l'allagamento del torneo a 18 squadre non ci sarà più lo spareggio per rimanere nella competizione e questo darà ai Lions la possibilità di giocare ancor più tranquilli senza dover pensare troppo a non prenderle.
Il mercato per i Lions è stato molto in sordina e ha visto pochi e cambi in una squadra che fa del collettivo la propria arma migliore.
Il calendario del Super Rugby 2015 è stato poco benevolo verso i Lions, che ospiteranno gli Hurricanes alla prima di campionato e poi andranno a far visita agli Sharks e riceranno gli Stormers in casa prima di partire, prima delle sudafricane, per la Nuova Zelanda.
L'uomo chiave per i Chiefs sarà anche quest'anno Marnitz Boshoff, temibilissimo calciatore di lunga gittata, capace di punire gli avversari dai propri dieci metri.
I Lions nel 2015 si toglieranno qualche soddisfazione ma hanno pochissime speranze di accedere ai play off.

Stormers

Duane Vermeulen miglior giocatore sudafricano
A Città del Capo non arrivano successi da troppo tempo  e a farne le spese è stato Allister Coetzee, il cui contratto non verrà rinnovato al termine del Super Rugby 2015, per la sua sucessione si parla già di un grande nome, come quello di Eddie Jones.
L'incertezza sulla guida tecnica peserà molto sulla squadra, così come l'assenza di 
Jean de Villiers, capitano della squadra e degli Springbok.
Il mercato degli Stormers ha visto movimenti solo in uscita, in entrate si segnala solo ritorno di Schalk Bruger dalla parentesi giapponese.
Gli Stormers inizieranno il campionato in salita ospitando nelle prime cinque settimane due formazioni neozelandesi: i Blues alla seconda e i Chiefs alla quinta.
Duane Vermeulen sarà chiamato a fare gli straordinari, avendo assunto la guida in campo della squadra, un ruolo che si adduce alle doti di leader della terza linea, ma che aggiungerà stress al giocatore.
Il pronostico per gli Stormers è per una stagione difficile, segnata da un campionato da metà classifica senza il raggiungimento dei play off.


Cheetahs

Willie le Roux, tutto il peso della squadra sulle sue spalle
Dopo un grande 2013, le Cheetahs hanno avuto un'involuzione preoccupante nel 2014, riuscendo a evitare il cucchiaio di legno per un soffio. Il Super Rugby 2015 si preannuncia un'altra annata magra per i giocatori del Vrystaat.
Il mercato è preoccupante, gli arrivi di Joe Pietersen, Willie Britz e Stephan Coetzee non sono assolutamente in grado di bilanciare le partenze di Adriaan Strauss e Trevor Nyakane e ciò porrà ancor più peso sulle spalle di Willie le Roux. L'estremo tende a strafare quando tutti gli occhi sono puntati su di lui, e questo non gioverà affatto alle Cheetahs.
Per le Cheetahs il sorteggio ha dato un inizio strano, con il turno di riposo già alla secondo turno, dopo un inizio in salita a Durban contro gli Sharks e un trittico casalingo formato da Blues, Bulls e ancora Sharks.
Willie le Roux sarà il giocatore più osservato delle Cheetahs, unico aspetto favorevole è la sua quasi certezza del posto da titolare nel XV di Meyer per i mondiali.
Il pronostico per la stagione 2015 è per un arrivo in fondo al girone sudafricano con il serio rischio di finire ultimi della classe.


Pronostico girone sudafricano

Gli Sharks non avranno rivali nel girone sudafricano, occhio ai Lions.

1 Sharks
2 Bulls
3 Lions
4 Stormers
5 Cheetahs
Scrito da Diego Ghirardi Il 2/12/2015 01:59:00 PM Nessun commento

0 comments:

Posta un commento

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Pagine22metri

Etichette

Pagine di 22 metri

Pagine di 22 metri
Più informazioni sui campionati locali di: Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti

Il mio blog in Inglese

Il mio blog in Inglese
Alcuni post in inglese

    Stats

    visite

    paperblog